Presentato venerdì al Comune di Canicattini Bagni il 3° workshop internazionale di scultura “Lap-Idèo 2016” promosso dall’Agriturismo Stallaini, con il patrocinio del Comune di Canicattini Bagni, e la collaborazione dell’Ente Fauna Siciliana e dell’Associazione Iblei in Rete.Presenti, insieme al Sindaco Paolo Amenta, le responsabili del workshop, la Professoressa Loredana La Bianca e la figlia, l’Architetto Manuela Sarcìà, i responsabili dell’Ente Fauna Siciliana, che faranno da guida nel far conoscere il territorio ibleo, Paolino Uccello, Marco Mastriani e Michele Nanzarelli, oltre agli artisti che prenderanno parte a questa nuova edizione del progetto artistico che coniuga Natura – Arte – Cultura – Gastronomia.

Questo terzo appuntamento, “Iri e vèniri” – “Andare e ritornare”, che ha come scenario dall’1 al 16 Luglio gli spazi dell’Agriturismo Stallaini, diventato ormai un laboratorio a cielo aperta alle porte di Canicattini Bagni e della Riserva naturalistica di Cava Grande del Cassibile, vede ancora una volta protagonisti artisti e scultori siciliani ed internazionali, che hanno posto al centro del loro interesse artistico-culturale il territorio degli Iblei, la sua pietra bianca, la maestria degli scalpellini canicattinesi, i paesaggi naturalistici, la storia e le tradizioni di un’area di grande pregio.

Questi gli artisti che quest’anno prendono parte all’edizione 2016 di “Lap-Idèo”: Johanne Ricard, Gianni Andolina, Chiara Pizzo, Lorenza Tiralongo, Gianluca Bruno, Andrea Alderuccio, Veronique Proulx, Alison Shanks, Federica Marchesan, Salvatore Pirruccio. A ripercorrere l’esperienza di questi anni di una iniziativa artistica che coniuga ruralità e cultura, che in ogni edizione vede sempre più adesioni, è stata la professoressa Loredana La Bianca, ringraziando il Sindaco Amenta ed il Comune di Canicattini Bagni, per la sensibilità dimostrata nel valorizzare il territorio attraverso la scultura.

«Non finisce mai di stupire la ricchezza della nostra storia – ha detto La Bianca -, ed ogni volta che se ne fa cenno ci si ripresenta con più vigore. A Stallaini tutto è storia, tutto è memoria, la magia del paesaggio rude ma incantevole affascina per la continua scoperta dai segni, sulle pietre e sui sentieri nascosti alla vista, che flussi di varia umanità vi hanno lasciato da tempi immemorabili. Di sicuro chi è arrivato qui come per incanto vi si è fermato o vi è sempre tornato. La bellezza di una natura così prodiga di selvaggia bellezza, fonte di creatività inesauribile, ha ispirato animi sensibili e artisti inconsapevoli la cui arte è tangibile anche sui semplici manufatti di pietra che servivano alla quotidianità delle comunità rurali e che nelle forme primigenie, sfruttando la ricchezza di questa pietra duttile erano già sculture di pregio. Torchi, ipogei, necropoli e tant’altro sono presenti ovunque e raccontano di un luogo intensamente vissuto da esseri che respiravano e aggiungevano all’amenità dei luoghi inconsapevolmente arte e bellezza. Innumerevoli sono le fonti che ne danno testimonianza e dalla quali si può attingere per generare nuova bellezza.

Dare uno sguardo in essa – ha concluso Loredana La Bianca – significa varcare una soglia e andare oltre. Da questa riflessione nasce il desiderio degli artisti della terza edizione di Lap-idèo, vecchi e nuovi, di esprimersi in questo tema atavico di “Ire e Vèniri/Andare e ritornare”».

 

Marco Mastriani per l’Ente Fauna Siciliana ha ribadito l’impegno dell’associazione ambientalista a sostenere iniziative come “Lap-Idèo” che mettono in rilievo il grande attrattore culturale del territorio ibleo, che vede insieme valori diversi: luoghi, natura, paesaggi, cultura e cibo. Un territorio, ha ribadito Mastriani, dove forte è l’offerta ecoturistica, grazie anche alla sua biodiversità, purtroppo in parte precluso, con la chiusura a tutt’oggi, dopo due anni di messa in sicurezza, della Riserva naturalistica di Cava Grande del Passibile. Il Sindaco di Canicattini Bagni, Paolo Amenta, nel sottolineare anch’egli l’importanza della riapertura della Riserva, che vanta una sentieristica ed una delle porte proprio dal versante canicattinese, ha rinnovato l’impegno nel sostenere iniziative culturali come “Lap-Idèo”, in linea con il progetto di sviluppo su cui è impegnata la sua Amministrazione, e che guarda alla valorizzazioni del patrimonio paesaggistico, culturale, naturalistico, storico ed enogastronomico di un territorio senza eguali, come gli Iblei.

«Riuscire a coniugare queste grandi ricchezze , mondo rurale, arte e cultura – ha aggiunto Amenta – è il grande obiettivo su cui lavoriamo, anche attraverso le strutture e gli incubatori che in questi anni ci siamo dati come il Gal-Agenzia di Sviluppo degli Iblei, che ho l’onore di guidare, per lo sviluppo sostenibile di un territorio che guarda al suo futuro proprio in questi termini, consapevole di questo suo vasto patrimonio unico al mondo. Questo è il percorso che tutti assieme, in una sinergia unica, deve vederci protagonisti ed impegnati per garantire una crescita economica ed un futuro migliore alle nostre comunità, in particolare ai nostri giovani. E in questo quadro la nuova programmazione dei fondi europei 2014-2020 ci viene in aiuto e non possiamo perdere questa opportunità». L’evento finale di “Lap-Idèo 2016” con la presentazione e la mostra delle opere realizzate dagli artisti che vi hanno preso parte, è fissato per il 16 Luglio alle ore 18:00 all’Agriturismo Stallaini, con degustazioni di prodotti tipici a cura dell’Associazione “Iblei in rete”.

Per info:

Agriturismo Stallaini, Contrada Stallaini S.P.73 – Noto (SR) +39 3349898688 www.agriturismostallaini.com
agriturismostallaini@hotmail.it