Nella terra di confine tra Jazz e Black Music si è “insinuato” un pianista dall’aurea mitica dove vita e opera aderiscono perfettamente all’epopea di una tradizione musicale in grado di far sognare da decenni milioni di appassionati, quell’uomo, Johnny O’Neal, scopertosi poi eccezionale anche dal punto di vista vocale, arriva a Siracusa per un imperdibile concerto in trio. Originario di Detroit, O’Neal trova però nella New York degli anni ottanta il successo che compete a chi come lui fa propri i dettami di maestri quali Oscar Peterson e Art Tatum per arrivare una cifra stilistica personale. A tal proposito nel film pluripremiato “Ray”, O’Neal interpretando lo stesso Tatum compie una vera e propria chiusura del cerchio. La fortunatissima parentesi con il grande schermo rappresenta uno degli apici della carriera di O’Neal che come in tutte le storie delle leggende jazz che si rispettino è però fatta anche di momenti difficili. Il riferimento è ai problemi di salute, alle difficoltà economiche dalle quali il nostro artista uscirà grazie alla comunità Jazz della “grande mela” che ha avuto quindi un occhio di riguardo per uno dei suoi figli adottivi Nella carriera del leggendario O’Neal tanta strada fatta, fra cui anche quella per passare dal palco alle cattedre dei Workshop, dove come docente d’eccezione di Jazz Masterclass divulga il suo sapere e insegnamenti indelebili, così come scolpiti nella nostra memoria rimarranno l’emozioni della perfomance del Johnny O’Neal Trio con Luke Sellick al basso e Charles Goold alla batteria. L’appuntamento è quindi per lunedì 11 luglio al Punto G ,ingresso €20 e prenotazione tavolo necessaria.