Per ragioni tecniche, slitta a giorno 22 luglio l’inaugurazione della mostra “Con lo sguardo verso Caravaggio” dedicata a Mattia Preti e allestita nella Chiesa di Santa Lucia alla Badia a piazza Duomo.

L’evento è organizzato dalla Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Siracusa, dall’Arcidiocesi Metropolita di Siracusa e dal Comune aretuseo, ed è stato fortemente voluto dall’assessore regionale ai Beni culturali e all’identità siciliana, Carlo Vermiglio, e dal dirigente generale del dipartimento Beni culturali della Regione siciliana, Gaetano Pennino, sposato dal presidente della Commissione Bilancio e Programmazione all’Ars, Vincenzo Vinciullo.

La conferenza di presentazione della mostra si terrà venerdì 22 luglio alle ore 10.00 nella sala San Zosimo dell’Arcivescovado, a piazza Duomo; alle 11 avrà luogo la cerimonia di inaugurazione della mostra nella chiesa di S. Lucia alla Badia.

Saranno presenti per i saluti l’Arcivescovo metropolita di Siracusa, mons. Salvatore Pappalardo, il Prefetto di Siracusa, Armando Gradone, l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’identità siciliana, Carlo Vermiglio, il dirigente generale del dipartimento Beni culturali, Gaetano Pennino, il direttore dell’ufficio per i Beni culturali e l’edilizia di culto dell’Arcidiocesi di Siracusa, Giovanni Accolla.

Dopo i saluti, sarà la soprintendente ai Beni culturali e ambientali di Siracusa nonché curatrice della mostra, Rosalba Panvini, a presentare l’evento culturale e introdurre al percorso espositivo che vede insieme due grandi artisti; sarà poi la volta di Franco La Fico Guzzo che si soffermerà su “Mattia Preti tra Taverna, Malta e la Sicilia. I rapporti tra le istituzioni museali” e di Barbara Mancuso, docente dell’Università degli studi di Catania.