Un viaggio tra i beni materiali e immateriali Unesco, patrimonio dell’Umanità, che offre la Sicilia, per conoscerne il prezioso valore e la straordinaria bellezza, collegandoli tra di loro in una rete che dialoghi e li promuova.

Un tour, dal 18 al 24 Agosto 2016, che tocca Catania, Piazza Armerina, Valguarnera, Aidone, Ferla, Palazzolo Acreide, e Canicattini Bagni. Questo l’obiettivo della quarta edizione di “Sicily Coast 4 Coast 2016”, la manifestazione di musica e teatro ideata da Lorena e Cono Cinquemani, e che oggi vede protagonisti con loro tanti artisti impegnati in temi sociali e culturali: Rossella Calandra, Agnes Bischof, Veronica Laureanti, Ilario Ferrari, Edoardo Blandamura, Leonardo Homer, Francesco Paladino, Giovanni Timpanaro e David Nicolas. Insieme per conoscere e scoprire il barocco del Val di Noto, la Necropoli rupestre di Pantalica, la tradizione musicale belliniana, le feste popolari, l’Opera dei Pupi, la storia dell’emigrazione siciliana, ma anche il patrimonio enologico e la Dieta Mediterranea.

E proprio la Dieta Mediterranea e i temi dell’Emigrazione siciliana in America, con spunti di attualità ricontestualizzati ai giorni nostri, troveranno attenzione a Canicattini Bagni, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e il Museo dei Sensi, del Tessuto, dell’Emigrazione e della Medicina Popolare di via XX settembre 132 – via De Pretis 18.

Martedì il tour toccherà Canicattini Bagni dove, durante la giornata, il Museo della Medicina Popolare diventerà lo scenario per conoscere i segreti e le valenze salutiste della Dieta Mediterranea, bene immateriale dell’Unesco. In serata, invece, alle 21 sul Sagrato della Chiesa Anime Sante di via De Pretis, lo spettacolo musicale “Siculish”, lingue e note in movimento, ripercorrerà il travaglio dell’emigrazione siciliana in America, attraverso la performance “Favola Cinquemani”, scritta e diretta da Cono Cinquemani, con protagonista “Zia Favola”, magnificamente interpretata da Lorena Cinquemani, una donna siciliana emigrata in America che racconta della sua nuova patria con spontaneità ed eccentricità.

E lo farà con il nuovo linguaggio acquisito, appunto il “Siculish” la lingua con la quale si esprime, alternata dall’angloamericano e i dialetti siciliani. Quello rappresentato a Canicattini Bagni, dove al Museo dell’Emigrazione esiste una delle più ricche documentazioni in Sicilia sull’Emigrazione negli Stati Uniti, sarà un ripercorrere la storia passata della nostra emigrazione per riflettere sul drammatico tema dell’immigrazione di oggi. Il viaggio di questa 4 edizione di “Sicily Coast 4 Coast”, attraverso le immagini girate dal regista spagnolo David Nicolas, diventerà un documentario che collegherà idealmente i luoghi e le identità dell’Isola.