Domani alle  18,30, nei locali della sede associativa di Nuova Acropoli Augusta si parlerà di William Shakespeare drammaturgo e poeta inglese.
Il più grande scrittore in lingua inglese capace di contrapporre natura e cultura, materia e spirito. Attraverso la lettura di monologhi sul “Bardo” d’Inghilterra e i suoi personaggi a cura di Andrea Fazio: “riscoprire la capacità di restare uomini nonostante tutto. Non possiamo fare a meno di Shakespeare perché nelle sue opere viene rappresentato tutto quello con cui ci misuriamo ogni giorno, pur non avendo la forza epica dei suoi personaggi.”