Ritorna per il terzo anno il progetto contro le discriminazioni rivolto agli istituti secondari di primo grado: “Alma-Educare alle differenze”.

Il progetto ideato e coordinato dall’attore Luigi Tabita vede in campo molte forze del territorio siracusano: le associazioni contro la violenza sulle donne “Nesea” di Augusta e i “Colori di Aretusa” di Siracusa, l’associazione “Demetra” e l'”Auser”. Il progetto è rivolto non solo agli alunni ma anche ai loro genitori che parteciperanno, come negli scorsi anni, a degli incontri pomeridiani con alcuni esperti per compiere un percorso parallelo a quello dei loro figli al fine di scardinare gli stereotipi con i quali sono cresciuti e devono fare i conti ogni giorno.

L’anno scorso abbiamo avuto una risposta meravigliosa sia da parte dei ragazzi che dei loro genitori – afferma Tabita – quest’anno, inoltre, la squadra si arricchisce di nuovi professionisti nel campo dell’arte che qualificheranno ancora di più il progetto. Il desiderio che ci muove è quello di costruire una cultura in cui le differenze vengano vissute non come una minaccia ma come un valore”.