Concerto dell’ensemble strumentale “Poli Opposti Soundtrack”, domenica 2 ottobre alle 19 nel salone Carabelli di via Torres, 10 a Siracusa.

Costituito nel 2015, l’ensemble ha curato e interpretato a Siracusa le musiche composte da Alessandro Faro per la colonna sonora del film “Poli Opposti”, diretto dal regista Max Croci. Il gruppo è formato da musicisti siracusani attivi in ambito concertistico, prevalentemente classico e jazz, e anche didattico. I componenti dell’ensemble annoverano, altresì, svariate collaborazioni con artisti di fama nazionale e internazionale. L’organico del gruppo prevede Alessandro Faro alla chitarra, alle percussioni e alla batteria, Corrado Genovese e Christian Bianca ai violini, Matteo Blundo alla viola, Stefania Cannata al violoncello, Raffaele Genovese al pianoforte, Gioacchino Papa al contrabbasso e Marco Genovese alla fisarmonica.

Polistrumentista e compositore, nato a Catania, ma da sempre cittadino siracusano, Faro si è accostato alla musica sin da piccolo sviluppando con tenacia e passione la tecnica di percussionista e chitarrista. Nel 2007 ha iniziato la collaborazione con il regista Max Croci, per il quale ha realizzato diverse colonne sonore utilizzate in una serie di cortometraggi di successo. Della sua musica, Faro si è spesso servito per farsi portavoce di importanti messaggi sociali e per trattare tematiche attuali, quali, ad esempio, l’abuso sui minori.

Lo scorso anno la musica di Faro ha raggiunto il grande schermo. Dopo una serie di collaborazioni con personaggi dello spettacolo, tra cui l’attrice italiana Ambra Angiolini, Faro ha composto l’intera colonna sonora del film “Poli opposti”, opera prima del regista Max Croci, che ha visto protagonisti Luca Argentero e Sarah Felberbaum. Il film, prodotto da “Rodeo Drive”, ha rappresentato per il compositore siciliano un’importante opportunità artistica, quella di collaborare con “Universal”. Dopo il successo che il film ha riscosso su scala nazionale, superando un milione di incassi, Faro ha deciso di portare avanti il suo “messaggio musicale” proprio a Siracusa, la città in cui vive, con i bambini della comunità di S. Metodio, per i quali il musicista siracusano tiene corsi di musica gratuiti.