In occasione del Giubileo della Misericordia l’organista e compositore, oltre che docente, Giuseppe Di Mare si esibirà in un concerto dedicato a San Francesco d’Assisi. Ospite della serata il sassofonista Salvo Tempio che accompagnerà il maestro nell’esecuzione di alcune opere.

L’appuntamento è per domani alle 20, nella chiesa di Sant’Antonio Abate, con un concerto durante il quale il maestro Di Mare eseguirà famosi brani della musica classica oltre che alcune delle sue composizioni: l’Ave Maria di Siracusa, che vedrà protagonista anche Tempio, la corale Padre Nostro-Preghiera ecumenica opera 7, e il Rondò, ancora con Tempio.

Giuseppe Di Mare, augustano di nascita, si è diplomato in pianoforte al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, perfezionandosi con il pianista Rodolfo Caporali e in organo e composizione organistica al conservatorio Santa Cecilia di Roma sotto la guida dei maestri Bellandi e Germani, studiando anche composizione con i maestri Bartolucci e Tosatti.
Ha tenuto molti concerti in Italia e numerose tournèes in Europa, in Asia, nel bacino del Mediterraneo, in Africa e in America. Oltre che come solista, svolge l’attività concertistica con cantanti lirici, attori, danzatrici e in “duo” con importanti strumentisti italiani e stranieri.
Per la sua attività artistica ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti. E’, fra l’altro, organista “honoris causa”di numerosi luoghi di culto, fra cui: il santuario di Nostra Signora del Rosario di Fatima (Portogallo), la basilica di Sant’Antonio a Istanbul (Turchia), la chiesa luterana danese di Ansgarkirken a Copenaghen (primo riconoscimento a un artista cattolico), la chiesa di San Girolamo di Rimini,  la cattedrale di San Nicolò di Noto e la chiesa del Santissimo Salvatore di Siracusa.
Il maestro Di Mare ha inciso diversi CD, tra cui uno live, registrato per la Rai un programma di musiche prebarocche e barocche e ha riprodotto per l’Istituto Serafico nella basilica di San Francesco di Assisi il concerto “Da Nazareth alla Resurrezione” dedicato Giovanni Paolo II, il quale lo ha ricevuto in udienza il 23 giugno 1999, poi ripreso dal M° Di Mabe anche alla presenza di Bartolomeo I, patriarca ecumenico, nella Basilica di Sant’Antonio a Istanbul durante il Giubileo del 2000.
Il 27 giugno 2012 nella sala Paolo VI anche Benedetto XVI ha ricevuto in udienza il maestro Giuseppe Di Mare, il quale ha dedicato a Sua Santità una propria composizione “Padre Nostro – Preghiera per tutti i Cristiani” nella versione italiana e latina. Il il 30 ottobre 2013, si è trovato di nuovo al Pontefice, quando lo ha ricevuto Papa Francesco per il quale Di Mare ha composto la corale a 4 voci “Cristo è davvero risorto” e “Halleluja Francescano”.
Per i suoi meriti artistici è stato insignito dal Presidente Ciampi della onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
Al concertismo Di Mare affianca le attività di docente e di compositore.

Info e contatti www.giuseppedimare.it, organista@giuseppedimare.it