Alla vigilia delle celebrazioni dei 2750 anni della sua fondazione e a conclusione di una stagione turistica positiva, Siracusa si interroga sul suo futuro. E lo fa nel corso del convegno “Siracusa 2750: il turismo in Italia da Dionisio a Franceschini…e oltre”, in programma sabato 29 ottobre, alle 9, al salone Borsellino di palazzo Vermexio, insieme a esperti di settore, operatori e rappresentanti istituzionali.

Tra antico e moderno, tra storia e innovazione, Siracusa è oggi un brand di successo forte di un passato che la pone, per storia, tradizioni, insediamenti archeologici e culturali, tra le grandi capitali dell’umanità. Dalla città aretusea, fortemente segnata dalla tirannide di Dionisio nel V secolo a.C., prende vita un dibattito sulla trasformazione del turismo nel nuovo millennio. Cambiano, infatti, le mete, i gusti, le esigenze e la durata della vacanza: il turismo per sua natura è mutevole e gli operatori devono intuire tendenze e metamorfosi per adeguarsi. Servono passione, impegno preparazione, cultura d’impresa, creatività e voglia di cimentarsi nel nuovo, ma anche una rinnovata capacità di governo a tutti i livelli di cui il ministro Dario Franceschini è espressione.

Un dibattito a cui partecipano quei professionisti del settore che hanno fortemente voluto un turismo sostenibile e per tutti – come elemento di qualità e volano di sviluppo – e che a tutti chiedono di essere parte attiva di una rinnovata strategia di rilancio delle politiche di settore sia a livello regionale che nazionale. L’evento rappresenta dunque un’occasione di incontro per analizzare e discutere le nuove prospettive di sviluppo del turismo, anche accessibile, nel territorio siciliano e siracusano e pur sempre proiettato nell’ambito di un’offerta nazionale.

Relatori di punta – fra i maggiori esperti di turismo in Italia – saranno: Emilio Becheri, docente di Economia e Gestione dei Beni Culturali all’università di Firenze; Magda Antonioli, direttore del master in Economia del Turismo all’Università Bocconi di MilanoVincenzo Asero, docente di economia all’Università di Catania; Fillippo Grassodocente all’Università di Messina.

Interverranno: Anthony Barbagalloassessore al Turismo delle Regione SicilianaFrancesco Italiavice-sindaco e assessore al Turismo, Sport e Cultura di Siracusa; Rosalba Panvinisoprintendente BB.CC.AA. di Siracusa; Bruno Maltese, presidente Lions Club Siracusa Host; Elisabetta Calandrino, presidente dello Skal International Palermo, Toti Piscopo, direttore editoriale di Travelnostop.comBernadette Lo Bianco, presidente associazione “Sicilia Turismo per Tutti”; Pucci Piccionepresidente comitato fondazione Siracusa 2750; Filippo Grasso, docente presso l’università di Messina; Carmelo Conigliaro, presidente Agriturist Siracusa e Ragusa; Giuseppe Rosano, presidente di “Noi Albergatori”; Carlo Castello, presidente associazione Guide Turistiche di Siracusa; Irene Pisano, gruppo ERGA s.r.l., e Antonio La Spina, presidente dell’Unione Pro Loco Sicilia.

Il convegno, organizzato dal Lions Club Siracusa Host in attuazione del tema di studio distrettuale “Promozione e sviluppo del nostro territorio” e patrocinato dall’assessorato al Turismo Regione Sicilia e dall’assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Siracusa, è stato curato da Bernadette Lo Bianco e Toti Piscopo in collaborazione con il comitato “Siracusa 2750”, Agriturist Siracusa e Ragusa, Skal International Italia, Associazione “Noi Albergatori”, Unione Pro Loco Sicilia, ERGA s.r.l., associazione Guide Turistiche di Siracusa e ArTU e Free Wheeling Tour.