Il programma del mese di dicembre dell’associazione culturale Italo Tedesca è caraterizzato, come ogni anno, dal ricordo di August von Platen. In particolare quest’anno si ricorda la morte, a Siracusa, attraverso una commedia siciliana in tre atti di Remo Romeo. L’idea base dell’opera riguarda l’incontro, all’inizio però quasi uno scontro, fra due mentalità apparentemente contrapposte: da una parte la cultura contradina e mediterranea di un locandiere, un mulattiere e vari personaggi caratteristici della Siracusa di primo ‘800; e dall’altra uno spaesato turista tedesco, che una notte di tempesta come quelle che stiamo passando in questi giorni, arriva in una scoglio abbandonato quale era la Siracusa dell’epoca.

A fare da ponte tra queste due culture il commediografo Remo Romeo pone due eruditi Ippoliti, poeta esule e Ardizonne, un erudito sircusano, che tentano di dialogare con il loro illustre collega. In seguito troveremo Landolina, nobile siracuno e sua figlia Licinia, che rappresentano il ramo nobile della nostra terra e che più o meno invano cercheranno di parlere con il poeta. Al di là dei caratteri tipici della commedia locale, che rappresentano il terreno contestuale della trama, lo spirito dell’opera ci pare quello del dialogo tra uomini, fra coloro che lottano giorno per giorno nella loro difficile esistenza. August è libero, è ricco, è colto, ma gil manca qualcosa. Ardizzone e Ippoliti gli somigliano ma pure sono alla ricerca della loro autenticità; nondimeno il locandiere Mastrangelo e gli altri poveri avventori e lavoratori di quella locanda cercano di trovare conforto alle loro esistenze umane, spesso legate ai ben noti  problemi di sovravvivenza materiale. In questo quadro del tutto originale troveremo un attore di lingua tedesca che cercherà di rendere umana la figura di August; mentre i bravi attori della compagnia di Remo Romeo non potranno che confemare la loro attenta recitazione  in ricordo di un mondo che non è ancora del tutto dimenticato.

L’appuntamento è per il 2 e 3 dicembre alle 19 nella sala Vittorini del Museo del Cinema di via Alagona, 45 con la commedia siciliana in tre atti Von Platen: il mistero di una morte.

Prenotazioni allo 0931.64414

Le adesioni entro il 29 novembre. Per quanti vorranno partecipare ma siano impossibilitati per questioni logistiche, sarà messo a disposizione un serviizo taxi-navetta a prezzi di favore per Ortigia.