L’impegno e la coesione di una comunità per la realizzazione del presidio Slow Food come buona prassi per parlare con tanti fatti e poca teoria di sviluppo socio-economico di un territorio. Di questo, e non solo, parla Un
progetto di sviluppo locale, dal Suino Nero Siciliano alla Salsiccia tradizionale di Palazzolo Acreide. Una storia lunga 2664 anni, libro edito da Cultura Nova e curato dal funzionario del ministero dello Sviluppo Economico, Giuseppe Messina. Il volume sarà presentato domenica prossima, 18 dicembre, alle 17.30, nella Sala Verde del Palazzo di Città a Palazzolo Acreide.
Assieme al curatore e coautore del volume e ad alcuni rappresentanti degli enti sostenitori del Presidio di Slow Food della Salsiccia di Palazzolo Acreide, interverranno il sindaco di Palazzolo Acreide, Carlo Scibetta, con Rosario Gugliotta, presidente di Slow Food Sicilia, e Arturo La Vignera, presidente della Banca di Credito Cooperativo “La Riscossa di Regalbuto”, istituto di credito sostenitore del progetto.

Parlare di sviluppo locale sostenibile attraverso un esempio preciso piuttosto che una ulteriore teorizzazione su un tema che ha interessato e coinvolto per decenni centinaia di studiosi con innumerevoli pubblicazioni è il senso del volume curato da Giuseppe Messina. I presidi Slow Food in Italia sono ad oggi 278. Solo in Sicilia ve ne sono ben 46, il 16% del totale in Italia. Quello della Salsiccia tradizionale di Palazzolo Acreide (a Sausizza), come pochi altri nel Paese, costituisce un chiaro esempio di progetto di sviluppo locale sostenibile, voluto decisamente da un territorio che intende conservare e proteggere una preparazione che affonda la sue radici nella storia degli Iblei.

Partecipe e coprotagonista è il Suino nero siciliano che qui si alleva almeno da 2664 anni. Una storia lunga, e per molti versi, anche appassionante, che ci racconta un “percorso” su come gli attori del territorio, insieme, hanno realizzato un progetto che, per le sue modalità, potrebbe costituire un vero e proprio “modello” per tutto il Mezzogiorno, di cui nessuno più parla, e per le aree interne del Paese, in quanto propone spunti di riflessione e realizza al contempo un preciso obiettivo: dimostrare come fare e concretizzare sviluppo locale sostenibile.

Al termine della presentazione del volume, è possibile prendere parte a una cenadegustazione, dedicata al suino nero siciliano, al ristorante Andrea Sapori Montani alla quale parteciperanno tutti gli chef che sostengono il progetto. Parte del ricavato dell’iniziativa sarà devoluto al Presidio Slow Food della Salsiccia di Palazzolo Acreide.

Giuseppe Messina è agronomo, esperto in cooperative e pianificazione territoriale. Funzionario del ministero
Sviluppo Economico e presidente nazionale dell’ALNI (Associazione Latte Nobile Italiano)

giume@libero.it

www.messinagiuseppe.it