Un viaggio multisensoriale nel Seppellimento di Santa LuciaLe voci, i suoni e le atmosfere nell’opera di
Caravaggio, sarà fruibile al pubblico fino a domenica 8 gennaio 2017.

L’installazione multimediale è una rivisitazione inedita del dipinto realizzato da Caravaggio a Siracusa nel
1608. L’opera offre un’esperienza di viaggio virtuale nella storia della martire, consentendo al visitatore di
immergersi nelle atmosfere del Caravaggio attraverso stimoli sonori, visivi, tattili e olfattivi. La tecnica di
spazialità teatrale del dipinto materializza le suggestioni ispirate dal quadro e le trasforma in racconto
originale. Le voci dei personaggi, che emergono dallo sfondo del dipinto per prendere parola e raccontarsi
al pubblico, ne svelano i retroscena e consentono di ricostruirne la storia.

Direttamente promossa dal Polo regionale di Siracusa per i siti culturali – Galleria regionale di Palazzo
Bellomo e dall’assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana – dipartimento dei Beni Culturali e
dell’Identità siciliana, l’installazione è il risultato della collaborazione tra la Galleria regionale e
l’associazione IAN – Innovative Art Network che intendono valorizzare il patrimonio storico-artistico
siciliano e in particolare siracusano, favorendo l’inclusione sociale e l’accessibilità.
Per dare vita all’installazione Un viaggio multisensoriale nel Seppellimento di Santa Lucia. Le voci, i suoni e le
atmosfere nell’opera di Caravaggio, il Polo regionale di Siracusa e IAN hanno scelto come partner Strumenti
Letterari e Red Raion, giovani realtà siciliane che si occupano, rispettivamente, di editoria e di grafica
multimediale, TAC Recording Studio e la compagnia teatrale Trinaura, diretta da Tatiano Alescio.

Hanno inoltre supportato il progetto per la fruibilità dell’opera d’arte anche a utenti con ridotte o impedite
capacità fisiche: l’Unione Italiana Ciechi, il Movimento Apostolico Ciechi, l’Ente Nazionale Sordi, Sicilia
Turismo per Tutti di Siracusa, La Stamperia Regionale Braille Onlus – Catania. Quest’ultima ha realizzato un
bassorilievo tattile degli opuscoli in Braille per i non vedenti.

Il team di sperimentazione che ha collaborato alla realizzazione dell’opera ha creato un contenitore progettuale per questo format di innovazione dal nome ImageInArt, che ha testato una metodologia di lavoro multidisciplinare e flessibile applicabile a diverse opere d’arte attraverso processi di sviluppo partecipato.

Il Polo regionale di Siracusa per i siti culturali ha inserito l’evento nel programma siracusano I Colori del Sacro, a cura della Confraternita dell’Immacolata Concezione, della Deputazione della Cappella di Santa Lucia, del Comitato di San Sebastiano.

L’ingresso è libero durante l’orario di apertura della Galleria di Palazzo Bellomo a Siracusa in via Capodieci
14/16, per la fruizione nel periodo festivo, fino a domenica 8 gennaio 2017.