La musica made in Siracusa non è solo al Teatro Comunale. Infatti, nello stesso momento in cui veniva inaugurato, lo scorso 26 dicembre, dopo 57 anni di lunga attesa, il Teatro Massimo di Siracusa, a Ortigia, anche la periferia si animava con un magnifico concerto di Natale, offerto dall’Ensemble Euridice nella parrocchia di Bosco Minniti.

L’Ensemble Euridice, diretta dal maestro Fausto Campisi, ha voluto così festeggiare il suo primo anno di vita, con l’affetto del numeroso pubblico giunto per l’occasione.

L’Ensemble Euridice è una formazione musicale, composta da 35 elementi, costituitasi nell’ottobre del 2015, su iniziativa di un gruppo di giovani musicisti della provincia di Siracusa. L’obiettivo comune è quello di valorizzare e diffondere un repertorio musicale eterogeneo che spazia dalla musica classica a quella originale per banda, dalle sonorità jazz e swing alle più celebri colonne sonore di film e brani di autori contemporanei, coniugando l’espressione musicale alla gradevolezza estetica.

La scelta del nome Euridice, ispirato alla mitologia greca, vuole essere un omaggio allo storico gruppo strumentale Orfeo, diretto dal Maestro Nino Cirinnà, all’interno del quale si sono formati e sono cresciuti gran parte dei musicisti che oggi compongono l’ensemble.

Lo spirito che anima l’Ensemble Euridice è quello di suonare e stare insieme secondo gli insegnamenti del maestro Nino Cirinnà, con lo stesso incanto per la musica che fu proprio della ninfa Euridice.

Durante il concerto l’Ensemble ha voluto ricordare l’importanza del ruolo svolto dal compianto Cirinnà, maestro non solo di musica ma anche di vita, e 4 ragazzi del gruppo strumentale Orfeo scomparsi prematuramente, rendendo un omaggio floreale alle famiglie.

Il concerto, come è ormai consuetudine a ogni concerto di Capodanno a Vienna, si è poi concluso tra le note del bel Danubio blu di Strauss e della Marcia di Radetsky, accompagnata dal battito di mani del pubblico, pronto ad accogliere il gruppo in altre originali performance.