Primo appuntamento del 2017 con la settima stagione concertistica internazionale dell’associazione Vittorio Guardo, mercoledì 4 gennaio, alle 18, all’istituto Privitera con il patrocinio del Comune di Siracusa.

Protagonisti saranno il tenore francese Marc Filograsso, e la pianista  siracusana Margaret Franzò. Il programma sarà interamente incentrato sulla figura di Francesco Paolo Tosti, autore di molti classici della canzone napoletana.

Marc Filograsso, tenore . Dopo gli studi all’Ecole d’Art Lyrique dell’Opéra de Paris dal 1986 al 1989, diviene membro permanente del corpo di canto dell’Opéra de Nizza dal 1989 al 1991. Primo premio della SACEM, primo premio al concorso delle Voci d’oro nel 1992, prosegue la sua carriera operistica e interpreta ruoli come Ferrando in Cosi fan tutte, il Conte e Podestà in La Finta Giardiniera, o come Rinaldo in Armida de Haydn,  Il Re David di Honegger, la Messa dell’Incoronazione, la Messa in Do, le Messe brevi e il Requiem di Mozart, Il Messia di Haendel, la Piccola Messa Solenne di Rossini, gli Stabat Mater di Haydn di Schubert, la Messa di Gloria di Puccini. Come solista esplora in particolare l’universo di Francesco Paolo Tosti, la melodia francese e il repertorio napoletano. Interpreta molte melodie di Tosti, accompagnato dalla pianista Isabelle Poulain, con la quale registra per le edizioni Axile un primo disco con i cicli sulle poesie di Gabriele d’Annunzio e un secondo disco di melodie in francese su poesie di Victor Hugo, Verlaine, Musset. I due si esibiscono in Francia e in Giappone (Tokyo, Yokohama, Kobe, Osaka). Dal 2001 forma il trio Appassiunata con la violoncellista Sylvie Flamin e il chitarrista Philippe Troïsi, che esplora le canzoni napoletane popolari e classiche. Accompagnato da diversi strumenti (flauto provenzale, tamburello), crea nel 2003 il duo Calendau con André Gabriel per interpretare dei noëls tradizionali provenzali di Nicolas Saboly (1614-1675), e si esibisce, tra l’altro, al festival Saboly a Monteux, luogo di nascita del compositore. Nel 2015 riceve il premio Nicolas Saboly.

Margaret  Franzò, pianoforte. Iniziati gli studi con Carla Romano, ha poi proseguito sotto la guida di Maria Anna Trigilia. Si è diplomata in Pianoforte al conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo (sez. staccata Scontrino di Trapani), e in Didattica della Musica al conservatorio Corelli di Messina. Sempre nello stesso Conservatorio ha conseguito il diploma di secondo livello in Pianoforte, indirizzo Compositivo interpretativo. Si è perfezionata seguendo i corsi di tecnica pianistica (metodo Vitali) con il M. Paolo Teodori a Roma. Sempre nella capitale ha preso parte a delle lezioni con il M. Carlo Bruno del Conservatorio Santa Cecilia. E’ stata premiata al XIV e al XV concorso nazionale Coppa Pianisti d’Italia di Osimo e ha partecipato al seminario di aggiornamento sulla Didattica dell’educazione musicale col metodo Kodaly, e al seminario di studi sullaDidattica corale. Ha conseguito il master in Culture musicali del novecento all’ università Tor Vergata di Roma. Svolge attività concertistica come pianista solista e accompagnatrice e come corista e direttore di coro. A oggi è docente al XV istituto comprensivo a indirizzo musicale Paolo Orsi di Siracusa.