Sarà davvero un onore, per l’VIII istituto comprensivo Elio Vittorini, ospitare a Siracusa il giornalista siciliano Ismaele La Vardera, presidente dell’associazione nazionale Verità Scomode e il cantautore emiliano Marco Ligabue, impegnati a promuovere, su tutto il territorio nazionale, un progetto di grande significato civile e morale, Il silenzio è dolo.

Lunedì 16 gennaio, i due amici incontreranno gli alunni delle seconde e terze classi della scuola media, per dialogare con loro.

Per l’istituto Vittorini, parlare di legalità non solo non è mai abbastanza ma è un dovere ed inoltre ci sono storie che vale davvero la pena di ascoltare. L’incontro potrà essere dunque un’occasione per tutti per conoscere realtà complesse in cui non sarà difficile constatare che l’impegno per la legalità spesso costa tanto; in alcuni casi può costare la libertà, in altri addirittura la vita. Per gli educatori e per i giovani sarà un’opportunità per riflettere sull’importanza di combattere soprusi e poteri mafiosi, anche per mezzo del linguaggio musicale, significativo e nello stesso tempo coinvolgente. Il progetto che Ismaele La Vardera e Marco Ligabue condividono ha avuto il patrocinio della commissione nazionale Antimafia e ciò testimonia con forza la voglia di veicolare messaggi di spessore ai cittadini tutti, ma in particolare ai ragazzi che, anche attraverso il sapere, avranno modo di scegliere e di diventare uomini consapevoli, onesti e liberi.

Colpiscono e risultano convincenti le parole del progetto stesso che arriva nelle scuole e nelle università, grazie alla sensibilità, alla serietà e al coraggio di tante persone: “lasciare un segno indelebile nell’immaginario di un adulto di domani, significa non lasciar morire la speranza di un futuro migliore”.