Theatrum et imago mundi. Figure e figuri del barocco. E’ il titolo della conferenza che si svolgerà oggi, venerdì 3 febbraio 2017 alle 17, a palazzo Nicolaci a Noto. Interverranno Antimo Cesaro, sottosegretario del ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Paolo Bellini dell’università degli Studi dell’Insubria (Varese – Como), Eleonora Ferraro del ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il sindaco di Noto Corrado Bonfanti e l’assessore alla Cultura del Comune di Noto Sabina Pangallo.

La conferenza pubblica avrà come oggetto due temi tipici della cultura e della civiltà barocca: la teatralizzazione dell’esistenza e la rappresentazione del reale. Tali argomenti hanno conosciuto una grande fioritura nel corso della modernità e segnano profondamente la civiltà contemporanea. Gli studiosi che vi parteciperanno si occupano da sempre di studi sull’immaginario collettivo e sulla simbolica dell’opera d’arte. In particolare Antimo Cesaro dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli ha svolto numerose ricerche nel campo dell’iconologia e ha pubblicato diversi saggi su argomenti politici e di costume legati alla cultura seicentesca.

L’incontro rappresenta una preziosa occasione per continuare il dibattito, avviatosi in questo periodo invernale, sulla cultura barocca di cui Noto e Palazzo Nicolaci sono uno splendido esempio.