La Deesis cristiana fra Scrittura, arte e liturgia, è il titolo dell’incontro che avrà luogo venerdì 24 febbraio 2017 alle 18 nella Basilica di San Foca a Priolo Gargallo.

L’iniziativa, che vede l’ennesima attività culturale con esperti nel settore della religione, storia, arte per poter accrescere, non solo la conoscenza delle tematiche affrontate, ma per dare quel valore aggiunto a uno dei monumenti sicuramente più emblematici del primo cristianesimo siracusano, la Basilica di San Foca di Priolo Gargallo.

Col coordinamento scientifico di Monia Intrivici, che modererà l’alternarsi dei relatori da don Matteo Malgiolio, della diocesi di Caltagirone, con Alzando mani al cielo. La preghiera cristiana nel Nuovo Testamento; don Alfredo Andronico, arcidiocesi di Siracusa, con La preghiera nei Padri della Chiesa; chiuderà padre Giuseppe Damigella, priore del monastero dei domenicani dell’arcidiocesi di Catania, con Pregare con l’Arte pregando con arte.

E per la prima volta un priore dei domenicani, padre Damigella, celebrerà la Santa Messa alle 17 nella stessa Basilica di san Foca.

I saluti del rettore della Basilica e parroco della chiesa Madre SS. Angelo Custode e vicario di zona don Salvatore Vinci.