Parole a caduta, a raffica, a pioggia. I segni sono conosciuti, il suono e il significato, invece, trovano identità multiformi e cangianti in base allo spettatore e all’energia con cui interagiscono. Filippo Monaco, come in una melodia infinita, assembla antichi caratteri da stampa in gesti, lettere e visioni, componendo opere plastiche di intensità rara. I caratteri tipografici si personificano, si fanno storia, uomo e sacro fino ad imprimersi dal retro sulla tela. Si susseguono in forme composte e robuste che infondono sicurezza, ma frammentano il pensiero.
La voce e la parola trovano nuove strade. In silenzio, le sue opere incidono suoni immaginari nella zona più sottile della nostra percezione. Un’armonia classica e giocosa si dinamizza davanti ai nostri occhi, per rimbalzare tra i muri e la fantasia. La ricerca di Filippo è febbrile, instancabile e apre una frontiera all’estetica del suono immaginato”.
Lina Lizzio
Una Siciliana a Berlino, multiistrumentista, componista, cantante, produttrice, performer e D-Jane. Sonia Brex si accompagna spesso da sola al piano, synths ed elecro-beats nel suo onewoman-show oppure in compagnia della sua Band che vede Salvo Dub al contrabbasso, Nico Lippolis alla batteria e spesso altri amici musicisti ai fiati e alle percussioni. Sonia Brex é una chanteuse elettronica che canta meravigliosamente canzoni nu-jazz per noi“.
Bianca KrauseFunkhaus Europa
Provocatore artistico, produttore, editore, performer, rumorista e artista visuale. Andrea Pennisi Lapsus è appassionato di musiche possibili e dell’interazione tra musica e immagine, tra segno e suono, come visual collabora con Marco Cappelli, Italian Surf Academy, Sonia Brex, Babil On Suite, improvvisatore involontario…
Sabato 18 febbraio, alle 18,30, a palazzo Ducezio, a Noto, finissage della personale di Filippo Monaco Tattaratà. A cura di Lina Lizzio – Associazione Tabaré
Installazione di mapping audio visivo e live performance di Brex & Lapsus and friends.
Ingresso libero.
Intervengono:
Corrado Bonfanti, sindaco di Noto;
Sabina Pangallo, assessore alla Cultura di Noto;
Vincenzo Perciavalle, professore ordinario di Fisiologia della facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania, interverrà su La sindrome di Stendhal, la Fisiologia dell’innamoramento rispetto all’opera d’arte.
Giuseppe Lombardo, Salvo Dub e musicisti friends.