Volge al termine la tappa siracusana del progetto Erasmus Memory: a passport to the future. Le delegazioni dell’IES Ramon y Cajal di Valladolid (Spagna), del Gymnasium Riedberg di Frankfurt (Germania), e del College Jean Moulin di Marmande (France) sono state accolte calorosamente dagli alunni dell’istituto comprensivo “Giuseppe Lombardo Radice” per lo scambio delle attività previste dal progetto.

Durante la settimana, gli alunni europei hanno avuto modo di conoscere il patrimonio artistico e culturale della Sicilia, visitando le vie del Barocco della Val di Noto, i Luoghi del Lavoro Contadino di Buscemi, il museo A. Uccello di Palazzolo nonché il Museo del Papiro, il Parco ed il Museo Archeologico di Siracusa, accompagnati dai corrispondenti italiani che li hanno ospitati nelle proprie abitazioni.

La visita in Ortigia si è caratterizzata da una caccia al tesoro, tra i monumenti principali dell’isola, al termine della quale le scolaresche sono state ricevute dal Sindaco Garozzo che ha avuto parole di incoraggiamento verso i ragazzi ed i docenti, offrendo loro un volume sulla città.

Le attività degli alunni italiani, coordinate dalla prof. Stefania Diana con i contributi delle prof. Mariella Mauceri, Mariella Amato e Sofia Valenti, hanno sviluppato i seguenti temi:

  1. Study of the evolution of social graces;
  2. Presentation of the cultural heritage of a region;
  3. Have armed conflits been a stimulus for peace and European unity?

La partenza degli alunni europei è prevista per la mattinata di sabato, quando saranno accompagnati all’aeroporto dalle famiglie che li hanno accolto con la consueta ospitalità.