Venerdì 3 marzo alle 18, al Circolo Unione di Augusta, in piazza Duomo, sarà presentata un’opera di Vittoria De Marco Veneziano: il romanzo La farfalla dalle ali spezzate (Erga edizioni). Nel corso della presentazione l’autrice terrà una testimonianza sulla diversità e lo svantaggio. Introdurrà Gaetana Bruno, presidente del Circolo Unione di Augusta, interverrà Adriana Luisa Fazio, presidente della Fidapa di Augusta. Musiche a cura del Maestro Salvino Strano.

Dalla Quarta di copertina del romanzo: “Il dialogo orante di una madre con la figlia svantaggiata che non c’è più. Una lunga lettera attraverso la quale si rivolge a lei sicura che possa ascoltarla. Ne nasce un racconto che ripercorre il cammino di uno scorcio della propria esistenza; il suo primo incontro, da bambina, con la diversità; il percorso di fede; la lotta per l’assistenza alla figlia e la ricerca continua di possibili cure e terapie che potessero migliorarne, anche se di poco, la qualità di vita. Si susseguono eventi, scorci di vita, umane avventure ora drammatiche e amare, ora divertenti e buffe; gesti di solidarietà, di umana partecipazione e la presenza di vari personaggi che rappresentano, in modo vivo ed efficace, le molteplici reazioni di fronte alla diversità. È una storia d’amore tenera e delicata. Ma non solo. È anche una storia di coraggio e audacia per far riconoscere alle persone svantaggiate il ruolo di persone umane degne di rispetto e di opportunità al pari dei cosiddetti “normali”. Inoltre vuole essere un incoraggiamento per le mamme e i papà dei diversamente abili a non lasciarsi andare, a non abbattersi ma, adottando la strategia del sorriso, a ritrovarsi e trovare nella fede forza e volontà per andare sempre avanti, e recepire con serenità, facendoli propri, tutti gli utili insegnamenti che un figlio disabile certamente dona”.

Vittoria De Marco Veneziano, scrittrice, narratrice e saggista nasce a Milazzo (ME) da padre italiano e madre tedesca e vive a Siracusa. Dopo la nascita della sua unica figlia Maria, nata con gravi problemi cerebrali, si è totalmente dedicata alla sua cura e assistenza rinunciando, volentieri, alla carriera, appena iniziata, di insegnante. Ha scritto il primo libro La farfalla dalle ali spezzate per ricordare la figlia Maria: una meravigliosa ragazza svantaggiata dalle virtù difficili e speciali rinata in cielo all’età di 24 anni, e poi perché ritiene che ognuno di noi abbia il dovere di dare agli altri quello che può, magari soltanto la propria esperienza. Il riscontro positivo, ricevuto da parte di chi lo ha letto, l’ha spinta a diffonderlo in modo più ampio, in particolare per il messaggio che il libro stesso contiene. E’ nato così il sodalizio con la casa editrice Erga edizioni, che lo ha editato nel 2008.

Ha poi pubblicato il romanzo L’isola a forma di quaglia (Erga edizioni 2010). Un romanzo sul filo della memoria che ripercorre parte della vita di Vera: la protagonista principale. Un “viaggio” intenso e coinvolgente, ora ironico e triste, ora tenero e profondo, in cui la protagonista si sofferma sugli incontri più significativi della sua vita. Vera, lasciando emergere i ricordi, interrogandosi sui meccanismi della vita, a volte insoliti e strani, porterà il lettore a riflettere sui grandi temi dell’esistenza: l’amicizia, l’amore, la spiritualità, il perdono, il dolore, la diversità.

Ha pubblicato il saggio Tante Donne (Erga edizioni 2013), testo di lettura nelle scuole. Un florilegio personale, ricercato e appassionato di figure femminili che hanno fatto la storia. Tutte protagoniste di alto livello, con storie differenti – la diversità rappresenta sempre un grande valore – con estrazioni culturali e religiose varie che, di primo acchito, sembrerebbero separate da steccati, ma con comuni valori. Un patrimonio di pensieri, parole, intuizioni e azioni. Nel 2016 ha pubblicato il romanzo …Sensazioni (Erga Edizioni 2016).

Tutte le opere hanno ricevuto molteplici riconoscimenti. I suoi libri sono stati presentati, a livello nazionale, presso Biblioteche, Comuni, Librerie, Scuole. E’ intensa la sua attività di conferenziera presso Club e Associazioni Culturali. Collabora con quotidiani e periodici. Tiene incontri e testimonianze sulla diversità e lo svantaggio presso scuole e associazioni.