E’ stato un inedito affresco della vita e delle opere di Salvo Monica quello che il professore Paolo Giansiracusa ha offerto ai presenti con il suo consueto gradevole eloquio, frutto di intensa preparazione personale e di una conoscenza approfondita delle opere e del pensiero dell’artista che ha a lungo frequentato.

Attraverso lo scorrere delle immagini, a cura del figlio Enzo, si è potuto comprendere la poliedricità dell’artista nell’uso dei materiali: dall’argilla al marmo, dal legno al bronzo. La varietà dei soggetti, i meravigliosi disegni, così perfetti da sembrare delle vere e proprie fotografie. Tutto questo è stato il frutto di uno studio rigoroso della forma e delle varie tecniche compositive che Monica aveva appreso nelle scuole specialistiche frequentate a Siracusa e a Roma.

Abbiamo potuto avere un’idea della varietà dei suoi interventi artistici ammirando composizioni grandiose che ornano palazzi e chiesa di Sicilia e splendide sculture in marmo e in bronzo. E’ stato un vero godimento ascoltare Paolo Giansiracusa e riscoprire le splendide testimonianze d’arte di un uomo che nella sua estrema semplicità è stato in grado di realizzare opere che perpetueranno nel tempo il suo meraviglioso talento.