Cade sabato 19 marzo il quarto centenario della posa della pima pietra del Convento dei Cappuccini di Melilli: un’occasione, questa, per ricordare il ruolo centrale che la vita conventuale ha avuto nei secoli e continua ad avere per la cittadina iblea. Un calendario fitto di eventi, a partire da venerdì 17 marzo fino a giugno, è stato messo a punto per commemorare l’evento: gli interventi di Padre Angelo Catalano, di Giuseppe Immè e di Marcello Cioè renderanno onore al quadro storico in cui si innesta il Convento e al grande valore artistico di cui si pregia la Chiesa dei Padri Cappuccini; le esibizioni della Nuova Associazione Musicale Città di Melilli e della Associazione Arte in Musica; le memorie dei Frati Cappuccini che hanno operato a Melilli, grazie agli apporti dei concittadini vicini al convento.

Italia Nostra-sezione di Melilli ha accolto con entusiasmo la proposta dei Cappuccini di partecipare ai preparativi per festeggiare questo anniversario che merita di essere ricordato dall’intera cittadina – afferma Nella Tranchina, presidente di IN-Melilli –. Siamo felici di aver coinvolto molte realtà melillesi, tra cui anche il I Istituto Comprensivo di Melilli, agli alunni del quale sono state affidate le visite guidate al Convento, grazie alla coordinazione di Giuseppe Immè. E siamo orgogliosi perché questo si profila come il nostro primo intervento ufficiale dall’insediamento della nostra sezione nel territorio”.