A 35 anni dall’istituzione delle prime riserve naturali in Sicilia, associazioni ambientaliste e culturali propongono una riflessione sugli obiettivi di salvaguardia, gestione, conservazione e difesa del paesaggio e dell’ambiente naturale che le riserve stesse.

Nel corso degli anni la Regione Siciliana, anche sotto la spinta della crescente sensibilità ambientale dei cittadini, ha istituito un gran numero di aree protette, sottoponendo a tutela vaste aree del territorio particolarmente ricche di biodiversità e fragili.

Possiamo affermare che l’istituzione delle riserve, come prevede la vigente legge regionale 6 maggio 1981, n. 98, abbia davvero protetto le aree naturali, determinato migliori condizioni di abitabilità e un corretto assetto dei territori interessati? Siamo sicuri che l’istituzione delle riserve abbia contribuito a creare una cultura dei cittadini finalizzata alla fruizione sostenibile delle aree protette? O che abbia promosso in quelle aree l’uso sociale e pubblico dei beni che vi insistono o la ricerca scientifica?

L’obiettivo del convegno è proprio questo: tracciare un bilancio rigoroso sulla base dell’esperienze maturate nelle diverse aree della Sicilia e discutere delle prospettive future, a partire dall’auspicabile, ma ancora lontana dal realizzarsi, riforma della legge regionale in materia di parchi e riserve e avanzare proposte concrete per migliorare da subito la tutela e la gestione delle aree protette.

A partire dall’esperienza non sempre positiva (in alcuni casi gravemente negativa) della gestione delle riserve, è necessaria una profonda riflessione sulle questioni attinenti alla disponibilità e all’uso delle risorse finanziarie messe a disposizione, alle questioni relative alla sicurezza, alla protezione e alla fruizione sostenibile dei luoghi.

Il Convegno Regionale si terrà sabato 8 aprile alle 9 ad Avola, all’Istituto Superiore Majorana.

Il programma prevede 3 relazioni la mattina, mentre il pomeriggio il dibattito sarà preceduto da una serie di interventi a partire dalla esperienza diretta delle Riserve Naturali.