Il cibo, materia prima, prodotto alimentare, animale e vegetale e come tale “naturale” nella sua dimensione più originaria, i cui luoghi sono i nostri campi, i nostri boschi, i nostri orti, il nostro mare. Quando il luogo è pulito, è anche produttivo e bello, questo è un luogo che ci piace. Attraverso il cibo abbiamo l’opportunità di operare per la bellezza e per la salute, che è salvaguardia e rispetto dei nostri territori. Tra “bello e buono”, tra “paesaggio e ambiente”, tra “etica ed estetica” del quotidiano.

Da queste basi è stata organizzata la conferenza “Cibo etica estetica essenzialità”, in programma domenica 7 maggio alle 10, in via Federico Campanella 9, a Carlentini, con esperti del settore e cittadini, per approfondire l’argomento fornendo soluzioni, per confermare ancora una volta che “Un altro mondo è possibile”.

INTERVERRANNO:

Maria Cunsolo, portavoce M5S al Consiglio comunale di Lentini – L’inquinamento da discariche e inceneritori

Fabrizio La Carrubba, associazione Etna Km Zero – I pesticidi e sostenibilità ambientale

Riccardo Lo Jacono – Cibo e farmaci, i veleni del terzo millennio

Vincenzo Vacante, docente ordinario – Biologico, da utopia a realtà operativa

Giuseppe Gullo, agronomo, associazione Etna Km zero – Il Km utile, economia valori e sapori

Angela Foti, portavoce M5S all’Ars, componente commissione Agricoltura – Linee guida per il piano regionale del cibo

Stefano Zito, portavoce M5S all’Ars, componente commissione Ambiente – Conclusioni

Franco Vescera, panettiere artigianale – I grani antichi siciliani

Seguirà degustazione di “pane cunzatu”