Carmen, capolavoro assoluto di Georges Bizet, seconda opera più rappresentata al mondo, aprirà il Mythos Opera Festival il 14 luglio alle 20:30 nell’impareggiabile scenario di uno dei più grandi teatri del mondo greco, quello di Siracusa, sotto la direzione artistica di Katia Ricciarelli.

Splendida la scenografia che il regista Enrico Stinchelli ha disegnato appositamente per questo luogo magico, rispettosa del monumento e, al contempo, spettacolare, per immergere lo spettatore nella vita e nel dramma della zingara più nota della storia dell’opera. Segretissimi i bozzetti sui quali Stinchelli sta lavorando per rendere realistico un dramma che Bizet riesce a trasmettere in tutta la sua crudezza e semplicità attraverso la meravigliosa partitura orchestrale.

Un cast stellare si muoverà sul palcoscenico naturale della struttura del colle Temenide, che vede, per la prima, Roberto Cresca nel ruolo di Don José, Elena Bakànova in quello di Micaela, Alberto Munafò Siragusa (Morales), Igor Cherniy (Zuniga), Sonia Fortunato (Mercedes), Natalia Demina (Frasquita), Giovanni Luca Failla (Dancairo), Antonio Pannunzio (Remendado); massimo riserbo, al momento, sui due grandi nomi che sosterranno i ruoli di Carmen ed Escamillo, mentre le repliche vedranno impegnati Federica Carnevale (Carmen) e Sergej Murtazin (Escamillo).
Di assoluto prestigio i complessi artistici, con l’Orchestra del Mythos Opera Festival, il blasonato Coro Lirico Siciliano, diretto da Francesco Costa e presieduto da Alberto Munafò Siragusa, sotto la direzione artistica di Giovanna Collica e il Corpo di Ballo diretto da Alessandra Scalambrino.
Carmen debutterà il 14 luglio alle 20:30 e sarà replicata il 23 luglio e il 5 agosto, sempre alle 20:30 al Teatro Greco di Siracusa.
Al teatro Antico di Taormina, invece, il 31 agosto alle 21:30 sarà messa in scena l’opera più monumentale che sia mai stata scritta, AIDA, di Giuseppe Verdi, assoluto capolavoro che concilia scene mastodontiche come la famosa “scena del trionfo” con pagine intime di rara bellezza, in cui gli attori esprimono tutta la loro arte in soliloquio, duetti e terzetti che hanno segnato la storia del melodramma.
Le scene e la regia sono state affidate a Enrico Stinchelli, che ha pensato per il Teatro Antico una scenografia mista tra enormi e singoli elementi scenici e un sapiente uso di fasci di luci e proiezioni, a rappresentare ora l’amore, ora il dramma, ora la passione, ora il conflitto interiore tra patria e sentimenti umani.
Magnifica la presenza di due autentiche star come Dìmitra Theodossiou, nel ruolo del titolo, e Giovanna Casolla che interpreterà Amneris, accanto a Roberto Cresca (Radames) e Alberto Munafò Siragusa (Amonasro).
Prestigiosi ancora una volta i complessi artistici, con l’Orchestra Filarmonica della Calabria, il Coro Lirico Siciliano, diretto da Francesco Costa e presieduto da Alberto Munafò Siragusa, sotto la direzione artistica di Giovanna Collica e il Corpo di Ballo diretto da Alessandra Scalambrino.
Maestro Concertatore e Direttore d’Orchestra sarà Filippo Arlia.
Sempre al Teatro Antico di Taormina, il 28 agosto alle 21:30 si potrà assistere a un evento davvero straordinario e senza precedenti per l’antica cavea siciliana, una autentica notte delle stelle, con un parterre eccezionale che vedrà avvicendarsi sul palcoscenico un numero non comune di splendide primedonne del teatro d’opera: Giovanna Casolla, Maria Dragoni, Sumi Jo, Aprile Millo, Desiree Rancatore, Dimitra Theodossiou, accanto a Sergio Bologna, Riccardo Bosco, Federica Carnevale, Roberto Cresca, Silvana Froli, Alberto Munafò Siragusa, Maria Vetere.
La serata è dedicata al grande soprano Daniela Dessì, recentemente scomparsa; sarà presente anche il compagno, il noto tenore Fabio Armiliato.
Parte dell’incasso sarà devoluto in beneficenza per la ricerca contro il cancro.
Ecco il calendario completo di tutti gli eventi del Mythos Opera Festival:

Teatro Greco di Siracusa

Carnen di Georges Bizet, il 14 e 23 luglio e il 5 agosto alle 20,30

Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, il 13 agosto alle 20,30

Carmina Burana di Carl Orff, il 4 agosto alle 21

Galà Lirici il 3 e il 12 agosto alle 21 con l’Orchestra Giovanile Bellini diretta da Giuseppe Romeo.
Teatro Antico di Taormina
Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, il 29 agosto alle 21,30
Aida di Giuseppe Verdi, il 31 agosto alle 21,30
 Memorial, il 28 agosto alle 21,30
Sinfonie d’estate, il 30 agosto alle 21,30, un grande concerto sinfonico con l’Orchestra Filarmonica della Calabria diretta da Filippo Arlia.

 

Teatro Romano di Catania

Serata Belliniana, un grande omaggio al “cigno etneo”, Vincenzo Bellini, il 3 settembre, per dare nuovo impulso al ricordo di Bellini, il cui festival si è sempre più sbiadito negli ultimi anni.

Un dispiegamento di forze, uomini e  mezzi straordinario, che vedrà l’impiego di oltre 200 persone tra maestri concertatori e direttori d’orchestra, maestri del coro, registi, solisti, maestri di palcoscenico, maestri di sala, artisti del coro, professori d’orchestra, ballerini, comparse, tecnici, macchinisti, sarte, truccatori e parrucchieri.

Un indotto lavorativo che valorizza, premia e dà priorità alle eccellenze e professionalità locali, che renderanno unica l’esperienza di accostarsi al Mythos Opera Festival.

Il festival si svolge sotto la sovrintendenza di Gianfranco Pappalardo Fiumara, pianista concertista di fama internazionale, con la direzione artistica di uno dei più importanti soprani del XX secolo, Katia Ricciarelli; co-direttore artistico sarà il giovane tenore Roberto Cresca, già vincitore del Concorso Lirico di Spoleto.

La direzione musicale è affidata a Francesco CostaOscar della Lirica 2016 e Maestro del Coro Lirico Siciliano, mentre direttore di produzione è il tenore Andrea Raiti.

Facebook

mythosoperafestival.com