Il saggio di Lucia Acerra e Marcello Lo Iacono Christiane Elisabeth Reimann. Il mistero di una danese, appena arrivato in libreria, edito da Sampognaro & Pupi, fa conoscere in maniera approfondita l’affascinante figura di Christiane Elisabeth Reimann, infermiera danese naturalizzata siciliana, donna libera, coraggiosa, amante dello studio e in controtendenza rispetto al tempo in cui visse. La Reimann ha profondamente amato la Sicilia, tanto da decidere di trasferirsi a Siracusa e devolvere poi al Comune della città aretusea la propria dimora “per contribuire al progresso civile e intellettuale della città”, come lei stessa scrisse.

Come si legge nella premessa “la narrazione si riferisce in particolare al suo impegno professionale e agli anni che vanno dal  1930 al 1935, durante i quali ha inizio e si consuma il rapporto tra Christiane Reimann e il medico Wilhelm Friedrich Karl Alter, nato da un incontro occasionale a Parigi nel 1930 durante un Congresso di medicina, favorito dalla comunanza di interessi professionali e intellettuali, trasformato inevitabilmente in “amore” e conclusosi, molto amaramente, con una lunga vertenza giudiziaria che proseguirà oltre la morte di Alter. Sullo sfondo la città di Siracusa, scelta all’inizio come meta di una vacanza, ma che a poco a poco affascinerà e conquisterà i due con il suo patrimonio di natura e di arte”. Gli autori hanno seguito cronologicamente la scansione degli eventi, attraverso la consultazione dell’epistolario, a cui si sono accostati con delicatezza e sensibilità, regalando al lettore diverse foto inedite.

Il libro è acquistabile da ieri, 18 maggio, nelle “librerie amiche”, che è possibile trovare sul sito della casa editrice e nelle principali librerie on line: Amazon; Ibs; La Feltrinelli; Centro Libri; Unilibro; Casalini.