Ha esposto in tutto il mondo ma continua a lavorare per la città natale. Così mentre prepara una mostra in Giappone, collabora alla realizzazione di un evento ad Avola. La carriera in ascesa non gli fa perdere il contatto con le radici e così Marco Randazzo torna in Sicilia, appena può, e mette la sua arte al servizio della sua terra.

Classe 1983, dopo gli studi liceali frequenta l’Accademia di Belle Arti di Catania, dove nel marzo 2007 si laurea in Pittura, specializzandosi in Beni Culturali. Nel 2010 la nuova specializzazione in Arti Visive, indirizzo Grafica, all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano.

Nell’arco della sua carriera artistica ha partecipato a varie mostre collettive in gallerie d’arte e in spazi museali, sia in Italia che all’estero: Berlino, Monaco, Miami, New York e Osaka, sono solo alcuni dei luoghi in cui sono apparse le sue opere.

Annovera cinque esposizioni personali, la prima nel 2005. Dal settembre 2011 collabora ed espone in permanenza con Collezione Orler e ArteTivù. Dal 2013 collabora ed espone con la galleria Wikiarte di Bologna e con altre importanti gallerie, con cui partecipa a importanti fiere d’arte contemporanea.

In questi giorni Marco Randazzo è impegnato con l’inaugurazione della mostra Da Milano a Osaka. Ponte d’emozioni alla scoperta dell’Io, del Festival Tower, dal 27 maggio al 15 giugno, all’Istituto Italiano di Cultura. A cura di Asian Studies Group all’interno del progetto Switch On Your Creativity. Una mostra che ha lo scopo di promuovere l’Italia e l’arte in Giappone, presentando alcuni artisti italiani “emergenti”. Successivamente continuerà in tour per delle importanti scuole d’arte di Osaka.

Intanto con l’associazione Avola CreatTiva sta lavorando alla IV edizione di TERREM888TO – Avola contemporanea in mostra, che si terrà tra luglio e agosto. “Avola CreatTiva è un’associazione artistico-culturale, che ha come scopo quello di valorizzare gli artisti locali, lasciando loro la possibilità di esprimere al meglio la propria creatività. Ogni anno, in concomitanza con gli eventi estivi di maggior richiamo, organizza TERREM888TO, già alla sua quarta edizione. Lo scopo di questo evento – spiega l’artista e direttore artistico della manifestazione– è quello di scuotere le menti, di portare alla luce accecante del nostro sole tutte le potenzialità che la nostra terra e i nostri artisti custodiscono e vogliono a tutti i costi esprimere. È soprattutto in tempi bui come quelli in cui viviamo, che il nostro talento deve venir fuori, liberarsi dal torpore in cui si trova e mostrarsi in tutto il suo splendore; proprio come dopo un terremoto, dagli squarci e dal degrado si cerca di far germogliare la vita e con essa l’arte. Anche per la quarta edizione, così come lo scorso anno, abbiamo scelto la suggestiva location del Palazzo di Città di Avola ed esattamente la Sala Fratantonio e lo storico cortile del Municipio”.

L’expo pittorica verrà inaugurata dopo un convegno di presentazione dell’evento con le massime autorità del mondo politico, sociale e artistico. Verrà realizzato un catalogo illustrativo contenente pagine dedicate agli artisti, alle loro opere e agli eventi collaterali nonché una sezione dedicata ai partner-sponsor che avranno permesso la realizzazione dell’evento. A far da contorno e arricchimento del progetto ci saranno serate musicali con concerti di gruppi emergenti della zona, presentazioni di libri e molto altro.