Negli scorsi giorni, per il secondo anno consecutivo, il IV istituto comprensivo Salvatore Quasimodo di Floridia ha realizzato un importante laboratorio con l’aiuto degli archeologi della Archeotec Marta Fitula, Paolino Trapani e Lucia Nastasi, che ha coinvolto circa 60 alunni delle classi quinte della scuola primaria.

Gli alunni si sono applicati a un laboratorio di archeologia sperimentale articolato in varie attività: lo scavo archeologico simulato, il restauro di ceramiche, la pittura su ceramica, la produzione di manufatti ceramici con degli stampi. Lo scavo archeologico simulato si è svolto nell’area verde attigua alla scuola dove era stata approntata la copia di una tomba greca con all’interno copie di vari reperti ed uno scheletro. Tutte le altre attività si sono svolte all’interno del laboratorio di ceramica della scuola, dove è stato possibile realizzare vari manufatti da parte degli alunni.

Un ulteriore approfondimento si è svolto grazie ai modelli in gesso del tempio e Teatro Greco donati alla scuola dal Roberto De Benedictis e montati dalla docenti Silvia Sgariglia e Cinzia Fichera. A parte il valore didattico dell’iniziativa legato alla conoscenza dei metodi di lavoro degli archeologi, è stato importante anche il ricorso alla manualità che fa esprimere delle abilità diverse da quelle tradizionalmente richieste dalla scuola.