Prosegue con grande seguito di pubblico il Festival di musica da camera Musica sotto le stelle all’ex convento del Ritiro di via Mirabella 29, con un concerto come sempre interessante e di grande richiamo: martedì 29 sarà la volta del Quartetto Belòs con due solisti d’eccezione quali la clarinettista Cecilia Raunisi e il chitarrista Roberto Salerno. Il quartetto formato dai musicisti catanesi (perlomeno di scuola) Lorenzo Fallica e Martina Scapuzza (Violini), Marco Scandurra (Viola) e Daniele Lorefice (violoncello), eseguirà  il famoso quintetto “delle dissonanze” K465 di Wolfanf Amadeus Mozart. Altro capolavoro mozartiano in  programma sarà il quintetto con clarinetto K581, in cui la Raunisi metterà in evidenza le sue notevoli qualità tecniche ed interpretative. Completerà il programma, in questa atmosfera di grande musica mozartiana, il Concerto in mi min. op. 140 di Ferdinando Carulli, fortemente ispirato dalla figura del salisburghese, sebbene scritto molto dopo la sua morte. Alla chitarra Roberto Salerno, chitarrista e compositore siracusano, darà la sua lettura di questo concerto forse on eseguito abbastanza come meriterebbe.