Concerti, masterclass e mostra di liuteria classica. Torna il tradizionale appuntamento con il Festival internazionale della chitarra a Noto, giunto quest’anno alla quarta edizione. Tiempo de guitarras è una rassegna promossa dall’associazione Musica & arte, direttore artistico Nello Alessi, in collaborazione con il Comune di Noto, assessorato al Turismo, e che per cinque giorni riunirà nel centro storico della città barocca tantissimi artisti che si esibiranno ogni sera nel suggestivo scenario di Palazzo Nicolaci.

Il Festival inizierà mercoledì 6 settembre e si concluderà domenica 10 con un grande evento finale di grande effetto.

I concerti si svolgeranno ogni sera alle 21,15 e sono a ingresso libero, fino ad esaurimento posti disponibili.

Ricco il calendario delle esibizioni.

Si inizia mercoledì 6 con Christoph Denoth e Nello Alessi; giovedì 7 Andrea Boscarino e Francesco Scelzo; venerdì 8 Duo Alessi-Palmeri e Matteo Mela; sabato 9 Rovshan Mamedkuliev; domenica 10 il grande evento conclusivo “100 chitarre per Noto” per la direzione di Vito Nicola Paradiso.

Intenso anche il calendario delle masterclass, che sono aperte a chitarristi, studenti e amatori che vogliono approfondire tematiche inerenti la tecnica, la prassi esecutiva e l’interpretazione del repertorio per chitarra, per alcune giornate di intensa formazione. Le lezioni saranno con i maestri Letizia Guerra, Christoph Denoth, Rovshan Mamedkuliev, Matteo Mela, Nello Alessi.

La mostra di liuteria chitarristica si svolgerà sabato 9 e domenica 10.

Il Festival internazionale della chitarra – sottolinea il direttore artistico Nello Alessi, dell’associazione Musica & arteè un appuntamento ogni anno molto atteso, sia per gli amanti della musica, sia per quanti vogliono trascorrere delle serate nella città di Noto, ascoltando i concerti in cartellone, ma anche partecipando ai momenti formativi e di confronto con le masterclass. E poi il grande evento conclusivo con il concerto delle 100 chitarre per Noto, che si preannuncia come uno spettacolo originale e ricco di sorprese. Vi aspettiamo per vivere cinque giornate di buona musica e grande chitarra”.