Francesca De Fazi e Daniele Paone saranno i protagonisti di Ortigia in blues, la rassegna giunta alla dodicesima edizione e che quest’anno si tiene stasera e domani in largo XXV luglio. L’evento è stato presentato stamattina in una conferenza stampa, nella sala Archimede di piazza Minerva 5, alla quale hanno partecipato l’assessore alla Cultura, Francesco Italia, e gli organizzatori Gabriella e Sante Barbagallo dell’associazione “Artwork”.

All’incontro con i giornalisti ha partecipato anche Francesca De Fazi, che salirà sul palco stasera alle 21; stesso orario domani per Daniele Paone.

Un altro evento di qualità con artisti di primo piano – ha dichiarato l’assessore Italia – che arricchisce lo straordinario cartellone di Siracusa 2.750. Ancora una volta musica dal vivo sotto il cielo di Siracusa per una manifestazione ormai consolidata e che richiama a Siracusa tantissimi appassionati anche dalla altre province siciliane”.

NOTE ALLA MANIFESTAZIONE “ ORTIGIA IN BLUES”

Il successo di tutte le rassegne di Blues che ogni anno si svolgono in Italia, testimoniano la passione e l’amore di milioni di persone per questo sound “dell’anima”. L’Associazione Culturale ARTWORK, con le precedenti edizioni di Ortigia in Blues, manifestazione musicale giunta alla XII proprio quest’anno, è certa di essere riuscita a costruire nel tempo un progetto di qualità e per questo scommette ancora una volta sulla magia dell’evento.

Punto di riferimento per migliaia di appassionati, Ortigia in Blues, intende altresì contribuire a promuovere quel “turismo musicale” che da decenni sposta masse di appassionati di blues, gospel e jazz in occasione di manifestazioni di fama internazionale quali “Summertime Blues” ad Alcamo, “Capo D’Orlando in Blues” a Messina, “Etnablues” a Catania. La musica dal vivo si pone, all’interno di questo progetto, come occasione d’incontro, di aggregazione e di arricchimento artistico tout-court, dal momento che l’evento in oggetto ha come cornice uno dei siti storici, architettonici e culturali di maggiore prestigio e interesse della nostra città come il Tempio Di Apollo. La musica si pone quindi come filo conduttore e richiamo per indigeni e turisti in grado di carpire il valore di passato e presente, di tradizione e futuro, cogliendo a pieno la bellezza del nostro territorio. L’isola di Ortigia, che rappresenta un lido di grande fermento culturale e luogo ispiratore di opere artistiche di prestigio internazionale, grazie anche alla manifestazione Ortigia in Blues vive da dodici anni l’ennesimo momento di protagonismo nella cornice progettuale di rinascita e sviluppo di un Mediterraneo ormai fulcro del fervore artistico mondiale.

La manifestazione culturale Ortigia in Blues ideata dall’Associazione Culturale ArtWork e legata alla promozione della cultura musicale blues nel nostro territorio, si è svolta con successo di pubblico nello spazio di Piazzetta dei Mergulensi in Ortigia a Siracusa. L’evento che, come da programma, ha avuto inizio alle ore 21 di venerdi 22 aprile 2016 e sabato 23 aprile 2016, ha infatti contato la presenza complessiva di circa 2000 presenze nei due giorni di svolgimento. Il progetto Ortigia in Blues ha contato sulle performance di due delle band più rappresentative del panorama musicale blues italiano: The Walking Trees e Max Garrubba& The Organ Donors.

Il successo dalla rassegna Ortigia in Blues che ogni anno, ormai da undici edizioni, si svolge a Siracusa, testimonia la passione e l’amore di migliaia di persone per questo sound. Punto di riferimento per numerosissimi appassionati, Ortigia in Blues, è riuscita anche quest’anno a contribuire e a promuovere quel “turismo musicale” a Siracusa che da decenni sposta masse di appassionati di blues, gospel e jazz in occasione di altre manifestazioni siciliane di fama nazionale. La manifestazione Ortigia in Blues si è attestata anche quest’anno come occasione d’incontro, di aggregazione e di arricchimento artistico tout-court, dal momento che l’evento ha avuto come cornice uno dei siti storici, architettonici e culturali di maggiore prestigio e interesse della nostra città come la suggestiva Piazzetta dei Mergulensi. La musica di Ortigia in Blues è riuscita ancora una volta così a diventare quel filo conduttore e richiamo per indigeni e turisti in grado di carpire il valore che esiste tra futuro e tradizione, cogliendo a pieno la bellezza e il fermento del nostro territorio.

L’isola di Ortigia, che rappresenta un lido di grande fermento culturale e luogo ispiratore di opere artistiche di prestigio internazionale, grazie anche alla manifestazione Ortigia in Blues ha vissuto l’ennesimo momento di protagonismo nella cornice progettuale di rinascita e sviluppo di un Mediterraneo ormai fulcro del fermento mondiale.

Hanno partecipato alle precedenti edizioni:

Rudy Rotta

Vince Vallicelli

Harbie Goins

James Thompson

Julius Green

Sheol “Dilù” Miller

Umberto Porcaro

Post Blues Band

Hell’s Cobra Blues Band

Joe Castellano Blues Band Max

The Walking Trees

Max Garrubba and The Organ Donors

SCHEDA ARTISTICA 14 SETTEMBRE 2017

“FRANCESCA DE FAZI” BLUES TRIO

Cresciuta artisticamente tra Inghilterra e U.S.A dove si è esibita all’House of Blues e al B.B.King Blues Club di Los Angeles. Il suo esordio discografico è nel 2001 con il cd “Fatto a Mano”, un EP autoprodotto. Ma è con l’album live “Blues Dues” , registrato dal vivo al Big Mama, la casa del blues a Roma, a seguito di una fittissima stagione di concerti, che riscuote il grande riscontro di pubblico e critica. Sempre al Big Mama comincia ad esibirsi con artisti del calibro di Scott Henderson, Andy J. Forest, Roberto Ciotti e Blues Staff. Con la sua Blues Band Francesca inizia presto a farsi conoscere in tutta Italia, e viene descritta dalla stampa come “la più bella speranza del blues italiano , cantante grintosa e chitarrista di ottima scuola, ha la classe di Bonnie Raitt e la grinta di Janis Joplin. Dotata di una personalità intensa che si riflette nella sua voce, sensuale e graffiante, e nel suo fraseggio chitarristico, con la slide guitar e la Dobro. Partecipa al Pistoia Blues Festival dove apre per David Crosby; a Salerno Blues Festival con Taj Mahal , Macchia d’Isernia Blues Fest con Rory Block , Taranto Soul & Blues con F. Cerri e Gegè Telesforo; Pignola Blues con Willie Murphy , Trasimeno Blues , Aventino Blues Festival in Abruzzo, Hard Rock Cafè di Roma, da cui viene estratto uno special televisivo ; Roma incontra il Mondo a Villa Ada con Alex Britti e Louisiana Red. In Europa partecipa agli eventi dedicati a Janis Joplin “Love & Peace Festival” , “Flower Power” in Svizzera. In televisione lavora per Mediaset nell’ orchestra femminile diretta da G. Mazza per un “Disco per l’estate ” con Gerry Scotti e “Beato tra le donne” con E. Papi; per Raisat e vari network come LA7 e Gambero Rosso; Radio Rai, la “Stanza della Musica” e il “Decantautore”. In teatro ha lavorato accanto al regista attore Francesco Apolloni, corredando di musica e parole lo spettacolo “Io senza gli altri” alla Sala Umberto di Roma e al Festival del Cinema Giffoni Nel 2003 forma con sorella Bianka le “Abbey Road Naughty Girls”, in seguito ad un esplosione mediatica avvenuta grazie al loro incontro con Sir Paul McCartney per la restituzione di un diario a lui appartenuto e legato ad una loro curiosa vicenda adolescenziale divenuta di dominio pubblico. Registrano il cd “Sir Paul” nei leggendari Abbey Road Studios di Londra e partecipano a vari festival e show televisivi come Roxy Bar, Costanzo show, “Brisant” per ARD tv nazionale tedesca. Nel 2005 ritorna all’attività da interprete solista collaborando con Massimo Nunzi & Jazz Orchestra per l’evento “Storia del Jazz _Istruzioni per l’uso” al Teatro Sistina di Roma. Nel 2006 inizia a girare l’Italia come “One Woman Band”, esibendosi da sola con chitarra dobro e l’ukulele e la loop station, mettendo in evidenza delle caparbie doti tecniche e creative. In seguito è in tour con Gail Muldrow, acclamata blues-woman statunitense e con il bluesman Max De Bernardi, miglior interprete country-blues italiano. Ancora per la televisione collabora con 2 brani alla colonna sonora della fiction prodotta da Claudia Mori per la RAI “Rino Gaetano” (con Claudio Santamaria). Con il “Francesca De Fazi Blues Quartet” parte per un tour europeo dal Gala Blues di Osijek in Croazia, al Bordighera jazz & Blues festival, insieme agli Incognito. Partecipa a live radiofonici di Radio Capital con Edoardo Bennato e Alex Britti e “Jazz a nota libera” in onda su Teleradiostereo a cura di Massimo Nunzi. Ancora la Tv nazionale tedesca ARD monta il documentario “Romische Skizzen”, dove la Roman Blues Woman racconta la sua storia dalle strade di trastevere all’Harvelles Blues Club di Santa Monica, in California. Continua la fervente attività concertistica in varie formazioni, la più caratteristica l’ “Organic Trio” con Luciano Lucky Gargiulo, unico musicista stabile nella sua blues band (già con Roberto Ciotti, Alex Britti, Noel Redding) dal Metropolitan Blues Summit di Roma alla “Carovana Del Blues” , per il Naima summer festival, in onda su Rai 1; Avezzano In Blues con Ricky Portera; Torre Alfina Blues Festival; Bluesdivino con Volker Strifler band; Melizzano Blues Festival;“Notte delle Stelle” ad Anzio blues festival; Acquapendente Blues; Laguna Blues Festival di Nettuno. 2009: il cantante chitarrista Claudio Maffei si unisce al suo quartetto e formano la Woodstock Band, per una serie di concerti volti a celebrare il quarantennale del leggendario festival del 1969 da cui viene estratto poi il dvd “40 Anniversary Tribute Show”. Partecipano agli “International Jimi Henrix Festival” di Vienna e Budapest. Nel 2010 e’ ingaggiata da Mario Biondi come corista-chitarrista per il tour “Spazio Tempo”. Nel 2011 Collabora con Greenpeace per la propaganda contro il nucleare realizzando il progetto “No Nukes” band, sempre con Claudio Maffei, con il quale collabora nel suo nuovo album “Today and Tonight” Nel 2012 Ami Stewart pubblica nel suo nuovo album “Intense” due suoi brani “E Adesso” e “White Lies” . Registra con Andy J Forest a New Orleans alcuni classici blues, progetto ancora oggi in fase di realizzazione.

SCHEDA ARTISTICA 15 SETTEMBRE 2017

DANIELE PAONE & THE SLEEPWALKERS

Daniele Paone, chitarra e voce Angelo Musumeci, basso Raffaele Trimarchi, batteria

Daniele Paone ufficialmente on the road dal 1998, ha suonato, collaborato e condiviso il palco, con artisti di fama nazionale, ha formato diverse band con le quali ha suonato in giro per l’Italia. Numerose le partecipazioni a trasmissioni televisive su canali nazionali, RAI1, RAI3, SKY tra gli altri, e a diversi festival blues internazionali: Capo d’Orlando Blues, Etna in blues, Tropea Blues, Blue Note nel Borgo, South Italy Blues Connection, manifestazioni per Emergency, Greenpeace, Croce Rossa, IMD di Baccini e Povia a Sanremo e Benevento. Nel 2013 è stato dimostratore straniero per gli ampli Fargen, al Namm Show a Los Angeles.