Per il secondo anno consecutivo Ortigia, nel cuore di Siracusa, ospiterà il Festival della Crescita negli spazi di ‘The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights’ (ex-ISISC), in via Logoteta 27.

Il Festival, realizzato in collaborazione con le Feste Archimedee, ha il Patrocinio del Comune di Siracusa. La giornata, intitolata RiGenerazioni. Coltivare Territori e Talenti, si terrà sabato 23 settembre e porterà riflessioni ed esperienze di crescita, con particolare attenzione alle generazioni più giovani: da contributi su innovazioni in ambito agro-alimentare a condivisioni su sfide culturali ed esperienze educative focalizzate sulla trasformazione digitale fino ai contesti di sviluppo e dialogo tra locale e globale.

Il Festival approda dunque in Sicilia dopo sette tappe in tutta la penisola -a Oderzo (TV), Roma, Siena, Matera, Reggio Emilia, Sestri Levante (GE) e Langhirano (PR)- che hanno proposto visioni e progetti d’impresa, focus sulle generazioni, modelli culturali di sviluppo e innovazione, percorsi evolutivi per territori, tra realtà sociali e patrimoni da valorizzare.

A Siracusa, il filo conduttore della “crescita possibile, sostenibile e felice” viene tessuto in trame narrative ed educative, dove le potenzialità del digitale si incrocia con le qualità dell’umano e con le sapienze locali.

Il Festival si aprirà sabato 23 settembre alle 9.30 con i saluti di benvenuto di Carlo Gillistro e di Edda Cancelliere per le Feste Archimedee. Seguiranno convivi, dialoghi e laboratori aperti al pubblico, con la partecipazione straordinaria anche di alcune classi di scuole superiori di secondo grado. Fra gli incontri del pomeriggio la presentazione, in anteprima, del libro “Crescere! Un manifesto in dodici mosse”, a cura di Francesco Morace, Presidente di Future Concept Lab e curatore del Festival.

In chiusura – all’ex Convento di San Francesco d’Assisi in via Gargallo 67, dalle 19.00 alle 20.30 – si terrà Peacedrums – Concerto diffuso per la pace e il dialogo nel Mediterraneo, a cura di Mirella Furnari, con Antonio Canino (pianoforte), Peppe Di Mauro (percussioni), Gaia Gallitto (canto lirico), Francesca Ortisi (canto), e Maria Lucia Rizza (violoncello), Francesco Drago (accompagnamento pianoforte) e Angelo Rizza (accompagnamento chitarra).

Francesco Morace, rilanciando la mission del progetto, afferma: “Quello che proponiamo è il confronto su strategie e modelli di sviluppo che affrontano la sfida della sostenibilità umana e ambientale, facendo conoscere e mettendo in circolo la generatività che incorpora l’innovazione a tutto campo, attraverso la capacità mediterranea di entrare in risonanza con il mondo, alimentando un’idea felice di qualità della vita”.

Il Manifesto della Crescita è la piattaforma progettuale dell’intero progetto e percorso 2017 del Festival che, dopo la tappa di Siracusa, si chiuderà con l’edizione di Milano, dove -dal 19 al 22 ottobre- saranno rilanciate riflessioni e progetti condivisi nell’arco dell’anno, introducendo nuovi orientamenti sui quali continuare a lavorare nel 2018”.

Partner del Festival di Siracusa, realizzato con le Feste Archimedee, sono Coldiretti, Herno, Intesa Sanpaolo e Moleskine. Media Partner Mark Up e Affari&Finanza/La Repubblica, con una sezione dedicata al Festival all’interno della rubrica Osserva Italia. La collaborazione vede anche il contributo di Egea (sistema editoriale e libreria dell’Università Bocconi) e UNC-Unione Nazionale Consumatori, e il Patrocinio del Comune di Siracusa, della Fondazione Umberto Veronesi e di The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights (ex-ISISC).

La partecipazione agli appuntamenti del Festival è gratuita, con registrazione al sito: http://www.festivalcrescita.it/

Facebook: Festival della Crescita

Twitter: @FestCrescita

Instagram: festivaldellacrescita

https://www.youtube.com/festivaldellacrescita

FUTURE CONCEPT LAB. Dal 1989 ricerca e consulenza per l’innovazione

Future Concept Lab è un Istituto di Ricerca e Consulenza strategica che si distingue nel panorama internazionale come uno dei centri più avanzati dell’innovazione. Con attività e clienti in Europa, USA, Asia e Sudamerica, e 50 corrispondenti in 25 paesi del mondo, Future Concept Lab nasce come progetto globale che sviluppa ricerca, consulenza, formazione per l’innovazione. L’obiettivo è proporre a livello internazionale nuovi concept di prodotto, comunicazione e distribuzione per affrontare i mercati avanzati ed emergenti, lavorando sulle parole chiave del futuro. Future Concept Lab realizza interventi di ricerca integrati con metodologie specifiche che conducono alla definizione di scenari di settore, svolge attività di consulenza e formazione, realizza pubblicazioni che rappresentano il risultato del proprio lavoro di laboratorio e osservatorio internazionale.