Giovedì giorno 7 dicembre, alle 17,30 nel salone Paolo VI, accanto alla chiesa del SS. Salvatore, in via Necropoli Grotticelle, Andrea Landolfi dell’università di Siena, insigne traduttore di opere letterarie tedesche, in occasione dell’anniversario della morte di August von Platen a Siracusa, terrà una conversazione sul tema Il Platen “scomparso” di Giosuè Carducci.

L’intervento si compone di tre parti. Nella prima si cercherà di delineare la personalità di August von Platen attraverso una rapida panoramica storico-letteraria che aiuti gli ascoltatori a situare il poeta nel contesto della Germania del tempo e a considerare gli aspetti più interessanti della sua ricezione (Goethe, Heine, Thomas Mann), con particolare riguardo al suo rapporto con l’Italia – e con la città di Siracusa – e con gli italiani (per es. Leopardi). La seconda parte sarà dedicata al ruolo di primissimo piano che Giosuè Carducci, con le sue versioni, ha avuto nel far conoscere Platen nel nostro paese, e a come questo suo ruolo abbia definito da noi un’immagine del poeta che, incoraggiata a suo tempo dalla politica culturale del fascismo, è urgente oggi integrare e almeno in parte modificare. A questo fine mira una analisi guidata di due delle cinque liriche plateniane tradotte da Carducci, cui sarà dedicata la terza parte.

Al termine dell’incontro è previsto il tradizionale giropizza con la relatrice. Le prenotazioni devono pervenire entro domani, 5 dicembre, allo 10931/32741 oppure via email acit@acitsiracusa.it.