Dici avanguardia e la mente va subito a qualcosa di nuovo, qualcosa che precorra i tempi, un’idea progettuale che possa incuriosire e stupire, meravigliare e catturare. Quadrilatero del Contemporaneo è la novità più importante nell’ambito di Notodinverno 2018 firmata dall’amministrazione Bonfanti a cura dell’assessorato alla Cultura retto da Frankie Terranova.

Oltre 30 artisti tra pittori, scultori e fotografi protagonisti nei siti più belli ed importanti della Città di Noto e che di fatto inaugureranno una nuova filosofia di esposizione artistica, con grande forza di dialogo e ineguagliabile attrazione per il visitatore e il turista. Un’offerta artistica senza precedenti che coinvolge anche alcuni critici d’arte di rilievo.

Abbiamo innescato un processo virtuoso, una progettualità che consacri Noto città d’arte – spiega l’assessore alla Cultura Frankie Terranova -. Un contenitore con nomi e numeri importanti che siano in rete tra di essi e che possano raccontare l’identità dei luoghi attraverso l’arte e la bellezza. Con l’evento del 7 dicembre inauguriamo il numero zero, verificando e collaudando potenzialità ed interesse; sarà una passeggiata con quattro tappe ed in ognuna di esse ci sarà un’esposizione da inaugurare. Un primo tassello verso un ambizioso obiettivo che si lega profondamente all’idea di promozione culturale da anni intrapresa dall’Amministrazione comunale per volontà del sindaco Corrado Bonfanti. Ecco perché già alla fine del 2017 ed entro i primi giorni del 2018 saremo in grado di presentare tutti gli eventi espositivi del prossimo anno”.

Qualità e programmazione che avranno, dunque, come appuntamento, a cavallo tra anno in corso e quello che sta per arrivare, la galleria d’arte diffusa nel centro storico di Noto.

Quadrilatero del Contemporaneo
H 17 Palazzo Impellizzeri Lighea-il Mito e la Sirena di Alessandro La Motta
H 17,45 Bassi di Palazzo Ducezio inContemporanea con Andrea Alderuccio, Eliana Adorno, Gianni
              Andolina, Vincenzo Arancio, Corrado Celestri, Giuseppe Civello, Paolo Golino, Fulvia
             MorgantiDaniela Mscuzza, Laura Nazzaro, Federica Orsini e Corrado Papa.
H 18,30 Bassi di Palazzo Nicolaci Cantiere Kn-Lavori in Corso Massimiliano Frumenti, Mario Rapisardi,
con Salvatore Castellino, Alessandro Costagliola, Marco De Marco
H 19,15 Convitto delle Arti (sala piano terra) Colour Code di Fabio Modica
Convitto delle Arti (sala piano superiore) Arte contemporanea polacca con Tamar Berdowska,
              Leszek Oprzadek, Bartlomij Radosz, Edyta Sobieraj, Zbigniew Sprycha.

Un circuito di mostre che sta già suscitando grandissimo interesse nel mondo dell’arte e che ha avuto la consulenza artistica di Vincenzo Medica, Studio Barnum Contemporary di Noto: “Sono davvero felice di aver realizzato, con l’input fondamentale dell’Amministrazione in generale e dell’Assessore Terranova, in particolare, questo suggestivo circuito tra le bellezze architettoniche di Noto. Quest’idea sperimentale di itinerario artistico a tappe, consentirà alle singole mostre di sostenersi l’un l’altra e di proporre una valida offerta agli appassionati di arte e cultura, nel periodo festivo. Gli artisti di grandissimo spessore, sono quasi tutti siciliani, affermati nel panorama artistico internazionale, e con grande voglia di proiettarsi su più ambiziosi traguardi. Di alcuni artisti avremo delle antologiche: le opere, tra le più belle delle proprie collezioni, che hanno partecipato ad eventi importanti e di assoluto e riconosciuto valore, inoltre alcuni di loro ci regaleranno nei giorni dell’esposizione performance live. Vorrei sottolineare come ogni artista invitato abbia accolto positivamente l’idea di esporre a Noto, città ormai riconosciuta come luogo privilegiato di arte e bellezza“.

Le mostre saranno aperte tutti i giorni, a ingresso libero, dalle 16 alle 20, il venerdì, sabato, domeniche e festivi oltre all’apertura pomeridiana saranno visitabili anche al mattino dalle 10 alle 13.

Dal 16 dicembre altri importantissimi artisti inaugureranno le loro personali: Enzo Indaco Antologica 1958-2017 al Convitto delle Arti Sale superiori, e Franco Politano Una favola antica al Museo di Santa Chiara.

Infine è già in corso di svolgimento la mostra Il pomeriggio d’un fauno nella sala Dante del Teatro Tina Di Lorenzo con otto artisti, Francesco Coppa, Angelo Cortese, Pino Di Silvestro, Anna Kennel, Gaetano Lo Manto, Salvo Russo, Giuseppe Sciacca, Gaetano Tranchino. Invece in sala Gagliardi dal 16 al 26 dicembre in occasione del ventennale di SiciliAntica si terrà una mostra fotografica con immagini e testimonianze tutte siciliane.