Grande successo per lo spettacolo teatrale La Fortuna con la F maiuscola, commedia in tre atti di Eduardo De Filippo, autorizzata dalla famiglia e messa in scena dalla compagnia COMICA di Siracusa il 30 novembre scorso al teatro Vasquez di Siracusa e replicata il 9 dicembre 2017 al teatro comunale di Cammarata (Ag).

In entrambe le date, il folto pubblico ha apprezzato l’impostazione data al lavoro dal regista Enzo Firullo e ha applaudito a lungo tutti gli attori fra i quali spicca l’interpretazione magistrale di Elvira Trombatore.

Personaggi                                        Interpreti

ENRICUCCIA                                         Elvira Trombatore
GIOVANNI RUOPPOLO                      Enzo Firullo
CRISTINA                                                Valeria Calabrò
NOTAIO BAGLIULO                             Salvo Amatore
SANDRINO                                              Luca Di Natale
AVVOCATO MANZILLO                       Riccardo Nitto
DON VINCENZO                                    Nuccio D’Ambrogio
DONNA AMALIA                                   Daniela Iaia
CONCETTA                                              Laura Moscuzza
BRIGADIERE                                          Mariano Novello
PETRUCCIO                                            Salvo Campisi

Scenografie: Concetto Malfa

Regia: Enzo Firullo

Assistenti: Stefania Gamuzza, Fernanda Spena, Maria Profumo, Maria Sequenzia

Foto: Corrado Perricone

Riprese video: Antonio Augello

Note di regia

…teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male” e ancora “…scrivere una commedia impegnata è facile; il difficile è impegnare il pubblico ad ascoltarla”. E’ con questo suo modo disincantato e assolutamente personale di vedere la realtà, che Edoardo De Filippo, ancora una volta, ci da una sua particolarissima lezione di vita, che si proietta sul nostro modo di rapportarsi con la diversità di Enricuccia, tenera diversabile – nella struggente interpretazione di Elvira Trombatore – che fa vibrare allo stesso modo le corde del riso e del pianto, come due facce di una stessa medaglia. E che dire dei tratti del protagonista Giovanni – panni indossati con umiltà riverenziale dallo stesso regista – che abbandona la proverbiale sfortuna dei poveri e si solleva da una vita di stenti, con un colpo di scena che poteva partorire solo dalla genialità di Edoardo. Insomma un’altra commedia godibilissima, che la compagnia interpreta al meglio delle sue possibilità con quasi tutti gli attori di sempre, con nuovi validissimi interpreti e che sa far sorridere, ridere, commuovere, piangere, pensare.

PROSSIMO SPETTACOLO LIOLA’ 20 ARILE 2017