E’ stato un inizio d’anno in musica per i minori stranieri non accompagnati, ospiti del centro di prima accoglienza Residence Arcobaleno. Giovedì sera la struttura ha accolto i Qbeta, che si sono esibiti per i giovani con brani del proprio repertorio, e Jah Sazzah che ha fatto ballare tutti con reggae e dancehall.

Un momento di festa ma anche di inclusione e condivisione grazie al linguaggio universale della musica, visto che per l’occasione sono stati invitati anche alcuni ragazzi dei centri di seconda accoglienza Madre Vita, San Francesco, Freedom e La Vita Adesso. Inoltre ha partecipato il  gruppo locale di Action Aid con il loro presidente Giuliana Esposito.