In seguito a una convenzione stipulata con l’associazione AIESEC- Italia, che mette in rete studenti di tutto il mondo, il IV istituto comprensivo Salvatore Quasimodo sta ospitando due volontari provenienti dalla Cina per un interscambio linguistico e culturale della durata di 6 settimane.

I due studenti universitari parteciperanno attivamente alla didattica a scuola attraverso training e workshop in lingua inglese rivolti alle terze classi, in linea con l’Agenda 2030 promossa dall’ONU, che mira al raggiungimento dei 17 Sustainable Development Goals – 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, per garantire al mondo un futuro migliore.

“L’obiettivo a cui si ispira il progetto Educhange a cui aderiamo – spiega il dirigente scolastico Salvatore Cantoneè il n. 4 “Quality Education – Istruzione di Qualità” – che mira a promuovere opportunità di apprendimento di qualitàCon le attività che verranno sviluppate nelle classi si cercherà di sensibilizzare i nostri studenti nei riguardi di una o più tematiche  relative agli obiettivi ONU , dando allo stesso tempo grande rilievo all’aspetto culturale del paese di provenienza dei nostri ospiti, la Cina, verso il quale guardiamo tutti con grande curiosità. Nel nome dell’inclusione e della vicinanza tra i popoli, noi della Quasimodo, docenti e alunni, ci auguriamo di sentire la Cina davvero più vicina, migliorando allo stesso tempo le competenze linguistiche e la consapevolezza che il nostro pianeta è una casa comune da condividere  e preservare per le generazioni future”.