Negli scorsi giorni si è concluso al IV istituto comprensivo Salvatore Quasimodo di Floridia il progetto S.T.E.M. dal titolo We break the glass ceiling. Il progetto, finanziato dal dipartimento Pari Opportunità della presidenza del Consiglio dei Ministri, ha coinvolto 20 alunni delle classi I e II della scuola secondaria di I grado.

A partire dal mese di ottobre gli alunni, sotto la direzione e la guida della docente Rosamaria Speciale e dell’esperto in robotica Tiziano Rovella, hanno sviluppato un percorso di 50 ore che ha portato alla creazione di piccoli robot costruiti direttamente dai ragazzi. Si è partiti dalla lettura del libro Le nostre antenate di Rita Levi Montalcini, per proseguire con la visita del Tecnoparco Archimede di Siracusa e dello stabilimento della Ditta Sirgen di Floridia, entrambi partners della scuola nel progetto.

Gli alunni, durante gli incontri nel laboratorio della scuola, oltre a imparare alcune nozioni teoriche, hanno potuto mettersi alla prova soprattutto da un punto di vista pratico sviluppando anche l’apprendimento cooperativo. Alla presentazione finale del Progetto erano presenti i rappresentanti dei partners, i genitori degli alunni e il sindaco di Floridia, oltre ai docenti, al dirigente scolastico ed al DSGA della Scuola.

Scopo principale del Progetto, indirizzato per il 60% ad alunne, è stato invogliare le donne ad intraprendere percorsi formativi in materie scientifiche e tecnologiche, campi di tradizionale appannaggio del mondo maschile.