Nell’ambito delle iniziative culturali che l’VIII istituto comprensivo “Elio Vittorini” organizza a coronamento dell’offerta formativa proposta, il dirigente scolastico Giuseppa Garrasi si fa promotore di un importante Seminario di Studi su Elio Vittorini, indiscusso uomo di cultura, splendido narratore del Novecento letterario italiano, faro della scuola nonché lustro della città di Siracusa e dell’Italia tutta.

Sulla scia degli insegnamenti dello stesso Vittorini, nella consapevolezza del valore socio-culturale e politico della letteratura, la scuola organizza un convegno di studi, che sia anche occasione di promozione e di crescita dell’intera cittadinanza e valido contributo all’attività dell’amministrazione comunale con la quale sempre si opera in empatica sinergia per la valorizzazione del territorio.

L’evento, in programma dal 19 al 23 febbraio 2018, è articolato in un ciclo di incontri e dibattiti, da svolgere in orario scolastico (con il coinvolgimento e partecipazione attiva di docenti e alunni della scuola secondaria) ed extra scolastico come proficua occasione di formazione professionale per tutti gli insegnanti e non solo. Si prevede l’intervento di autorevoli studiosi dell’opera vittoriniana, come Enzo Papa scrittore e critico letterario, Domenica Perrone, docente dell’università degli studi di Palermo, Antonio Di Grado e Dario Stazzone, docenti dell’università degli studi di Catania, impegnati a divulgare e approfondire aspetti noti e meno noti del letterato siracusano, dai suoi primordi di giornalista e consulente editoriale, all’attività di traduttore dalla lingua inglese, le idee politiche e la partecipazione alla Resistenza, il suo “sogno americano” fino alle sue carte inedite. Una tavola rotonda che stimoli un dibattito sulla singolarità e l’attualità nella cultura italiana e non solo dell’opera di Vittorini che, attraverso la sua esperienza di uomo e di scrittore, seppe trasmettere un forte messaggio di impegno civile, di cui l’iniziativa suddetta ha lo scopo di rinnovare la memoria e attualizzare il ricordo. La scuola, inoltre, grazie anche al sostegno dell’amministrazione comunale, ha il piacere di curare la pubblicazione degli atti del convegno, di cui una copia sarà depositata a usufrutto dell’intera cittadinanza alla Biblioteca “Vittorini“di Siracusa.