Valentina Vezzali, Mario Incudine, Pietrangelo Buttafuoco e Alessandro Cecchi Paone. Eccoli soltanto alcuni degli ospiti della X edizione di Volalibro, il Festival della cultura per i ragazzi in programma a Noto dal 12 al 18 marzo prossimi. Quando la capitale del barocco diverrà laboratorio artistico e culturale. Pronto ad accogliere, in palazzi ed ex conventi, migliaia di studenti provenienti da ogni angolo della Sicilia – e non solo – per ascoltare sportivi, artisti, giornalisti e scrittori. E poi, ancora, per realizzare laboratori di teatro, di calligrafia o di musica – solo per citarne alcuni – o per parlare di legalità e altro ancora con Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e Aeronautica. Questi e molti altri dettagli sulla manifestazione sono stati svelati nel corso della conferenza stampa che si è tenuta nella Sala degli Specchi di Palazzo Ducezio.

Volalibro – ha ribadito il sindaco di Noto, Corrado Bonfanticostituisce un’eccezionale occasione di formazione per i ragazzi delle scuole. E lo fa tramite gli interventi di una serie di protagonisti del mondo della cultura, e non solo, che ci offrono l’opportunità di riflettere e di confrontarci su alcuni temi di grande attualità. Così il format della manifestazione contribuisce a rafforzare quella “consapevolezza culturale” che noi riteniamo strategica per pianificare una vera politica di sviluppo sostenibile del territorio. Quest’anno, inoltre – ha concluso il sindaco Bonfanti – Volalibro ci permetterà di approcciarci alla prossima edizione dell’Infiorata dedicata alla Cina tramite una serie di laboratori dedicati proprio a questo Paese”.

Corrada Vinci, ideatrice e coordinatrice della manifestazione, ha puntato l’accento sul grande coinvolgimento dei ragazzi “a partire dal logo della X edizione di Volalibro – ha ricordato – realizzato da uno studente dell’istituto “Matteo Raeli” di Noto: Gabriele Castobello.  Si conferma inoltre la valenza della sezione “Dai ragazzi ai ragazzi” con gli studenti del “Quintiliano” di Siracusa che presenteranno l’esito di un progetto realizzato durante l’anno. Prevista, infine, la presenza dell’istituto “Ruiz” di Augusta con un laboratorio di robotica e in programma anche un incontro sull’Astronomia con Marianna Aiello e Andrea Gibilaro dell’istituto “Galileo Galilei” di Catania, vincitori nazionali delle Olimpiadi di Astronomia che si sono tenute lo scorso aprile a Cremona“.

Ma tante e diverse sono le attività in calendario per la X edizione di Volalibro e snocciolate da Piero Giarratana, presidente dell’associazione turistica Pro Noto: “Due concorsi: per piccoli autori e illustratori, 2 inaugurazioni e visite giornaliere alle mostre, 14 tra incontri con gli autori e presentazioni di libri, 22 incontri e laboratori teatrali, 9 seminari e conferenze; 12 dimostrazioni e test di logica a cura di Salvatore Cavallo, direttore scientifico del Cumo, 9 spettacoli teatrali e letture animate, 2 incontri sportivi, 10 visite all’Inaf e alla Fidia con laboratori, 6 osservazioni astronomiche  e 102 laboratori per ogni fascia d’età per un totale di 190 appuntamenti”.