Cos’è la G.p.a. o gestazione per altri? Dov’è consentita e regolata da normative precise? Esistono motivazioni di natura etico-politica nel vietare questa pratica, in Italia ribattezzata con un termine indubbiamente di forte impatto come: utero in affitto’? Su quali basi il legislatore è chiamato a legiferare, influenzando di fatto, come già accaduto nel nostro Paese per la controversa normativa sulla fecondazione assistita, la libertà e l’autodeterminazione ma anche la responsabilità di donne e uomini in ambito riproduttivo

A tutte queste domande e altro ancora prova a rispondere il saggio dal titolo Dalla parte del torto. Perché vietare la gestazione per altri è un errore edito da Villaggio Maori, opera prima di Alessandro Motta attivista siciliano per i diritti lgbtqi, che sarà presentato oggi a Siracusa. Nato a Barcellona (ME), una laurea in Filosofia e una passione per la bioetica, con una lunga militanza all’interno di Arcigay, di cui è consigliere nazionale, Motta, tra le altre attività, ha collaborato con l’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) e a Milazzo gestisce insieme a due socie la libreria per bambini e bambine L’incanta storie.

L’associazione Stonewall GLBT di Siracusa ospiterà, stasera, alle 19 al pub HMORA, in via Tisia, 27 a Siracusa, la presentazione del libro. Previste conversazioni con l’autore a cura di Dario Accolla, scrittore e docente, Alessandro Bottaro presidente di Stonewall GLBT e la sua vice Tiziana Biondi, modera la giornalista Nadia Germano.

Al termine della presentazione ci sarà il consueto spazio dedicato al dibattito.