Memoria e tradizioni nei riti della Settimana Santa a Canicattini Bagni, in particolare nella processione del Venerdì Santo della statua del 1600 dell’Ecce Homo, U Santissimu Cristu, con la presenza dei Nuri, devoti vestiti di bianco con una mantella rossa sulle spalle, un corona di spine intrecciata sul capo e una canna in mano, che intonano un antico e struggente canto di dolore sulla passione e morte di Cristo, rigorosamente in dialetto siciliano, che si tramanda di padre in figlio, U lamientu, iscritto di recente nel Registro delle Eredità Immateriali della Sicilia, il Libro delle Pratiche espressive e dei repertori orali.

Tradizioni che arricchiscono il bagaglio culturale della comunità canicattinese e della Sicilia nel suo complesso, la regione forse più ricca di tradizioni pasquali, che si tramandano nel tempo.

L’Amministrazione comunale di Canicattini Bagni, guidata dal sindaco Marilena Miceli, sensibile all’arricchimento culturale e alla salvaguardia delle tradizioni popolari legate alla Passione e Resurrezione di Cristo, su proposta dell’Assessore alla Cultura, Loretta Barbagallo, e la collaborazione del Museo Civico Tempo, accanto alle celebrazione liturgiche ha così predisposto per la Settimana Santa una serie di appuntamenti culturali per mantenerne viva la memoria da tramandare e far conoscere, principalmente, alle giovani generazioni, ad iniziare dalle scuole, affinché nei siano i custodi.

Quattro gli appuntamenti:

Sabato 24 marzo – Museo Tempo via XX Settembre 132 – via De Pretis 18

  • Alle 18 – Inaugurazione della mostra Natura, uso, abuso e riuso, opere dello scultore Maurizio Villari e dell’attrice, burattinaia e fumettista Daniela Cornelio. La mostra resterà aperta dal 24 marzo all’1 aprile dalle 17 alle 20;

Domenica 25 marzo – Museo Tempo via XX Settembre 132 – via De Pretis 18

  • Alle 16 – Performance dello scultore Maurizio Villari, che vive e lavoro in costante contatto con la natura, di come un ceppo prende forma utilizzando la sega elettrica;

Lunedì 26 marzo – Museo Tempo via XX Settembre 132 – via De Pretis 18

Rivolto agli alunni delle 1° e 2° classi della Scuola primaria e secondaria

  • Dalle 9 alle 20 – Mostra Fazzu na lancia e tri puncenti ciova – Oggetti e immagini che richiamano  U Lamientu, con la partecipazione di Giuseppe Zocco;

  • Dalle 10 alle 11 – Incontro U Lamientu iscritto al Registro Eredità Immateriali della Regione Sicilia a cura di Paola Cappè, dirigente dell’ufficio Cultura e della Biblioteca comunale Agnello;

  • Dalle 11 alle 12 – U Lamientu, nella originale interpretazione del musicista Antonio Cianci, accompagnato da Davide Lapira.

Martedì 27 marzo – Museo Tempo via XX Settembre 132 – via De Pretis 18

  • Alle 18 – Ecce Homo, presentazione della nuova stola del SS. Cristo, modera Tanino Golino

Saluti

  • Marilena Miceli – Sindaco di Canicattini Bagni;

  • Loretta Barbagallo – Assessore alla Cultura;

  • Don Sebastiano Ferla – Parroco Chiesa Madre,

Interventi

  • Don Alessandro Genovese – studioso di arte sacra, La stola segno del Pastore Servo;

  • Prof. Paolo Giansiracusa – storico dell’arte, Germogli decorativi e ornamenti sacri;

Intervento musicale

  • Lucia Basile arpista e M° Sebastiano Liistro, autore di una rielaborazione de U lamientu.