L’evento Insieme si può, organizzato dal primo istituto comprensivo “Danilo Dolci” di Priolo, ha visto la partecipazione del commissario straordinario del comune di Priolo, Agatino Pappalardo, il dirigente del commissariato di Polizia di Priolo, il vice questore aggiunto Fabio D’Amore, il dirigente del compartimento di Polizia Postale e delle Telecomunicazioni della Sicilia orientale, il vice questore aggiunto Marcello La Bella e il dirigente del XI settore del Comune di Priolo, Ivano Giarratana.

L’evento rientra nel progetto Blue box, promosso dalla Questura in collaborazione con l’Ufficio Scolastico di Siracusa, e ha coinvolto alunni e docenti della scuola secondaria di primo grado. Alla manifestazione finale del 23 marzo 2018 hanno partecipato una delegazione degli alunni del secondo istituto comprensivo “Manzoni” di Priolo, i loro docenti e i genitori del consiglio d’istituto. È stato presente inoltre il presidente del circolo “Tommaso Gargallo”, Angelo Musumeci. Durante la manifestazione è stato presentato il cortometraggio realizzato dagli alunni sulla tematica del bullismo a scuola.

Per la nostra scuola la realizzazione di questo progetto ha costituito un momento fondamentale di crescita e consapevolezza del lavoro in rete e delle sinergie con gli stakeholders del nostro territorio – afferma la dirigente scolastica Giuseppina Garofalo – in un’ottica non solo disciplinare ma anche più squisitamente sociale. Oggi, per noi tutti, si ribadisce l’importanza di un modus operandi improntato al rispetto degli altri e alla condivisione delle regole, all’interno di una società che come quella attuale, sembra spesso mettere da parte tali valori per lasciare posto alla prepotenza e alla sopraffazione”.