Va in scena a Noto il 10 aprile 2018, alle 20.45. Mirandolina. Liberamente ispirato a La Locandiera di Carlo Goldoni. Adattamento e regia di Nicola Alberto Orofino, con Carmela Buffa Calleo. Produzione Punto Improprio.

È il quarto spettacolo in programma per il neonato segmento teatrale Cartellone 70/30 che ha aperto la  “sua” particolare stagione lo scorso 9 dicembre.

Archetipo di donna forte, dominatrice, sicura, volitiva. Autenticamente donna di oggi. Eppure Mirandolina si mostra per la prima volta in scena nel lontano 1753, anno della prima rappresentazione de “La Locandiera” di Carlo Goldoni. Mirandolina è più che un archetipo, è stata e credo che continuerà ad essere l’esempio più alto di modello di emancipazione femminile. Ma tutto questo, grazie all’inconfondibile stile e alla strepitosa maestria teatrale del genio Goldoniano, diventa leggerezza, ironia, sagacia. Mirandolina appassiona, stupisce, incanta, insegna… Questo il nostro punto di partenza. Lo spettacolo che presenteremo, partendo da una riscrittura per una sola attrice del capolavoro Goldoniano, intende ragionare sull’universo femminile che ieri come oggi e come sempre, contribuisce in misura determinante alla definizione culturale del nostro vivere. In scena dominerà Carmela Buffa Calleo, attrice di rara sensibilità, la migliore possibile per un ruolo di così tale portata umana e teatrale.

(dalle note di regia)

Il cartellone 70/30 ripropone la classica e collaudata formula che prende il nome dalla pratica legata alle condizioni economiche che, sin dai tempi della commedia dell’arte, si applicano in teatro: il 70 per cento dell’incasso al botteghino va agli artisti e il restante 30 per cento va al teatro per coprire le spese di gestione dello spazio e per promuovere l’evento.

La sezione 70/30 per la prima volta fa parte del cartellone del “Tina Di Lorenzo” che quest’anno annovera, oltre ai sempre presenti classici, anche i segmenti “Esplora” e “Teatro Ragazzi”.