Domani, mercoledì 9 maggio, alle ore 17, presso la Mediateca John Fante di Torricella Peligna (CH), piccolo borgo montano abruzzese dal quale proveniva la famiglia del famoso scrittore italo-americano di “Chiedi alla polvere”, sarà inaugurata una mostra artistico-libraria, alla quale parteciperà, con i suoi disegni fiabeschi, dalle atmosfere oniriche e rarefatte, anche la giovane artista Giusy Grande,  promettente fotografa e illustratrice siciliana, nata e residente ad Avola (SR). L’esposizione, arricchita anche dai lavori di alcuni pittori, scultori e ceramisti abruzzesi e dai volumi di letteratura per l’infanzia e l’adolescenza della storica Casa Editrice Rocco Carabba di Lanciano, delle Edizioni Il Viandante e delle Edizioni Tabula Fati, entrambe di Chieti, si inscrive all’interno della ricca rassegna culturale organizzata nell’ambito della II Edizione del Premio Nazionale di Narrativa e di Disegno “Valeria Di Fabrizio”. Il concorso, riservato ai bambini e ai ragazzi di tutto il territorio italiano e bandito dal Comune di Torricella Peligna, è nato per rendere omaggio a Valery, una bambina torricellana scomparsa nel 2015, all’età di dieci anni, che amava leggere e disegnare. A lei è dedicata la casetta lignea tra gli alberi costruita all’interno della pineta comunale di Torricella Peligna, eretta nel 2016 dalla famiglia Di Fabrizio per esaudire il più grande sogno di Valeria.

In occasione dell’inaugurazione di domani, saranno lette alcune favole inedite della scrittrice abruzzese Donatella Di Pietrantonio, vincitrice nel 2017 del Premio Campiello con il romanzo “L’Ariminuta”.

Nel corso della serata il pubblico potrà ammirare per la prima volta l’illustrazione, ispirata alla casetta di Valeria, che Giusy Grande ha creato ad hoc per l’iniziativa. Per espresso volere dell’artista, l’opera sarà generosamente donata al Comune di Torricella Peligna. È possibile visitare la mostra fino al 23 maggio, nei giorni di mercoledì e sabato, dalle ore 16 alle ore 18.