Domani, venerdì 18 maggio alle 15,30, nell’auditorium dell’Istituto scolastico superiore “Insolera” in via Modica 66, gli alunni delle classi III e IV dell’indirizzo Sistemi informativi e della classe IV dell’indirizzo Relazioni internazionali, presenteranno alla cittadinanza e alle istituzioni locali i risultati del loro lavoro sullo Spazio giovani Siracusa. Si tratta dell’attività conclusiva di un progetto di alternanza scuola-lavoro Agente 0011 – Licenza di salvare il pianeta, che gli studenti dell’Istituto Insolera hanno condotto insieme al Gruppo Locale di Siracusa per ActionAid.

Il progetto è nato con l’obiettivo di sensibilizzare e promuovere la comprensione critica e la mobilitazione della società civile sui temi dell’Agenda 2030 e degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Nel quadro del progetto, nei mesi scorsi, gli studenti hanno intrapreso un percorso di analisi e comprensione critica del proprio territorio attraverso una mappatura dei servizi presenti in città, e coinvolto la cittadinanza in un sondaggio finalizzato a far emergere le priorità e le problematiche locali da affrontare per rendere Siracusa più sostenibile e inclusiva.

L’esigenza più rilevante è risultata la creazione di uno spazio per i giovani, un luogo dove potersi incontrare, studiare, organizzare eventi e corsi, e soprattutto da poter gestire direttamente. Sulla base degli elementi emersi nella prima fase del progetto, si è poi svolta una giornata laboratoriale durante la quale gli studenti si sono confrontati con istituzioni e associazioni locali, con l’obiettivo di avviare una co-progettazione mirata a trovare la soluzione migliore alla problematica emersa. Soluzione che verrà presentata venerdì prossimo. Maria Ada Mangiafico, dirigente dell’Insolera sottolinea l’importanza di aprirsi al territorio: “in questo percorso di alternanza scuola lavoro gli alunni, con il metodo del lavoro di gruppo e della condivisione, hanno affrontato temi consueti proponendo soluzioni originali e innovative”.