Martedì 29 e mercoledì 30 maggio, al Consorzio Universitario Orientale (CUMO) di Noto, a Palazzo Giavanti, in via Santa Sofia 78, si terrà il convegno di studi Cinema e sessualità nell’Italia del dopoguerra: prospettive di ricerca, promosso dall’Unità di Ricerca Locale dell’Università di Messina guidata da Federico Vitella (COSPECS), nel quadro del Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale 2015 Comizi d’amore. Il cinema e la questione sessuale in Italia (1948-1978).

Il convegno è incentrato sul ruolo svolto dal cinema nei processi di ridefinizione delle identità di genere e nei conflitti culturali intorno alla questione sessuale ampiamente intesa, nel più generale processo di modernizzazione della società italiana del dopoguerra. In particolare, il tema verrà declinato lungo quattro linee di indagine: la sessualizzazione del sistema dei media, la rappresentazione delle identità sessuali e delle dinamiche di genere, le immagini divistiche come sedimentazione di valori connessi con la sfera sessuale, la trasformazione delle forme della rappresentazione della sessualità.

Intervengono: Ruggero Eugeni (università Cattolica di Milano), Paola Valentini (università di Firenze), Francesco Pitassio (università di Udine), Tomaso Subini (università di Milano), Dalila Missero (università di Milano), Mariapaola Pierini (università di Torino), Francesco Di Chiara (università E-Campus), Mariapia Comand (università di Udine), Enrico Biasin (università di Bristol), Federico Vitella (università di Messina), Giulia Carluccio (università di Torino), Elena Mosconi (università di Pavia), Andrea Minuz (università di Roma Sapienza), Valentina Re (università Link Campus), Francesco Parisi (università di Messina), Lucia Cardone (università di Sassari), Stefania Rimini (università di Catania), David Bruni (università di Cagliari), Christian Uva (università di Roma 3).