Inaugurata oggi la settima edizione della mostra La luce dell’onestà, allestita nell’aula consiliare Falcone- Borsellino del Comune di Solarino.

Alla presenza del sindaco Sebastiano Scorpo, di Angela Pistone, in rappresentanza della Prefettura, del Colonnello Antonino Spampinato, comandante provinciale della Guardia di Finanza, e di Rosalba Panvini, Soprintendente ai  Beni Culturali e Ambientali di Siracusa, è stato tagliato il nastro della mostra organizzata in sinergia tra Guardia di Finanza e Sovrintendenza, con reperti provenienti dall’attività di tutela del patrimonio artistico delle Fiamme Gialle a seguito di operazioni di sequestro a collezionisti privati.

Si tratta di una mostra dall’alto valore sociale oltreché culturale, sia per il pregio dei reperti recuperati sia per l’instancabile impegno alla legalità e alla lotta contro tutti coloro che, abusivamente, esercitano l’attività di scavo.

L’esposizione, fortemente sostenuta dall’amministrazione Scorpo, ha avuto la presenza degli studenti della III media dell’istituto comprensivo Elio Vittorini di Solarino, con il preciso intento di rafforzare quella continua collaborazione tra il mondo della scuola, le istituzioni e il buon  governo della città.

I visitatori che si recheranno nell’aula consiliare a visitare la mostra, dal 30 maggio al 17 giugno, troveranno reperti di indubbio valore artistico e storico legati ai progenitori di questa nostra Sicilia.

La mostra è aperta lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 13; mercoledì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 18; sabato e domenica dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 18.

Dopo il taglio del nastro i militari della Guardia di Finanza hanno fornito una dimostrazione con le unità cinofile che hanno divertito i giovani studenti.