Fototeca Siracusana, chiude la prima parte del programma di mostre 2018 con la seconda edizione di Estate Fotografia che quest’anno ospita due lavori di autori internazionali: l’americano Brian Deutzman con il lavoro intitolato Havana’s streets e l’ucraino Sergey Melnitchenko con la sua intrigante sequenza d’immagini intitolata Behind the scenes.

La mostra dei due autori sarà inaugurata domani, venerdì 15 giugno, alle 20:30 nella sede di Fototeca Siracusana in Largo Empedocle 9, a Siracusa – Borgata, e si concluderà il 23 giugno. Curatori dell’evento sono il fotografo siracusano Massimo Gurciullo e il responsabile di Fototeca Siracusana Salvatore Zito, la presentazione è invece a cura di Giuseppe Cicozzetti, critico di fotografia e direttore di Scriptphotography, redazionale on line molto seguito tra gli addetti ai lavori e non solo.

Anche questa, una mostra con due autori provenienti da due punti opposti del pianeta, da Miami (USA), Brian Deutzman, fotografo e cineasta pluripremiato nativo del sud della Florida, propone il suo racconto delle strade dell’Avana (Cuba), luogo senza tempo in cui convergono le contraddizioni della politica mondiale e in cui, nonostante tutto, emergono la vitalità della sua gente e il loro stile di vita, passionale e unico. Le sue immagini sottolineano il contrasto tra la bellezza e la povertà, ai confini con l’astrazione, permettendo allo spettatore di vivere le proprie emozioni su un bianco e nero capace di materializzare la soglia tra sogno e realtà.

Dalla Cina, il fotografo ucraino Sergey Melnitchenko, membro dell’UPHA – Ukrainian Photographic Alternative, porta sino a noi le intriganti scene riprese dietro le quinte (“Behind the scenes” è il titolo) di un club sotterraneo di Chengdu per soli uomini, in cui si esibiscono variopinti corpi di ballo di cui egli stesso, Sergey, fa parte, in quanto ballerino oltre che fotografo.

Travestiti, ragazze che fanno il bagno in vasche di birra, attori ubriachi e avventori ancora più ubriachi. Tutto questo è il club, il club in cui lavoro ” spiega. Le sue istantanee dirette rivelano “il lato invisibile del club, l’atmosfera”. Per lui “c’è più burlesque che sul palcoscenico, la concentrazione degli effluvi sessuali è più potente dell’ossigeno. Non c’è falsità, non è una finzione, è la loro vita quotidiana, la nostra vita, o meglio la mia”. Nel corso della serata di inaugurazione si esibirà il Guitar Duo Alessandro Faro & Gioacchino Papa.

La mostra è aperta fino al 23 giugno 2018, dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20. Domenica e Lunedì chiuso.

La Fototeca chiude per le vacanze estive dal 24 giugno.

L’ingresso è libero