Venerdì 22 giugno, a partire dalle 19, alla Casa del Libro Mascali, in via Maestranza 20 a Siracusa, conversazione con Selene Calloni WilliamsGiampiero Ignaccolo converserà con l’autrice.

È difficile dire se Lo zen e l’arte della ribellione a bordo di un sidecar nella fantastica storia di Arianna sia più un’esposizione dell’arte della ribellione o il racconto della storia di Arianna. In questo libro coesistono armoniosamente formazione interiore, stupore e divertimento. Il testo – costruito con mattoni di narrativa, psicologia e filosofia – racconta un’avventura di ribellione agli arconti, i quali rappresentano le norme, le leggi, le regole che abbiamo introiettato e che ci rendono misurabili, prevedibili, governabili. Tutti passiamo attraverso una potente programmazione inconscia – che i più chiamano educazione – la quale, però, non riesce mai a domarci fino in fondo. Una scintilla del fuoco della libertà delle origini rimane sempre accesa in noi e, arrivati a un certo punto, possiamo coltivarla per ritrovare noi stessi e ridestarci da un sonno ipnotico. Il libro narra la storia della scoperta del fuoco interiore, la sua liberazione e infine l’affermazione della libertà dai condizionamenti. Questo processo di ribellione e liberazione è la nascita di un uomo nuovo e di un mondo nuovo. Ma la storia di Arianna è la storia del lettore, le battaglie di Arianna sono le lotte del lettore. La metafora narrativa, dunque, non è che il mezzo dell’avventura della coscienza, la quale esplora territori al di fuori della mappa conosciuta del reale: i territori degli outsider, dei maghi e dei poeti.

Selene Calloni Williams scrittrice, antropologa, psicologa, viaggiatrice e documentarista, è autrice di numerosi libri sulla psicologia ed ecologia profonda, sullo yoga, sullo sciamanesimo e la mindfulness. Ha saputo unire le antiche culture orientali con la tradizione alchemica occidentale. In Sri lanka ha vissuto nella foresta con i monaci Theravadin, è stata iniziata allo sciamanismo dal suo maestro Michael Williams. Tornata in Europa ha incontrato James Hillman, suo maestro occidentale ed ha fondato la Imaginal Academy